Trieste “ateneo-tortura” diventa caso nazionale: sabato animalisti in piazza

Uno dei più autorevoli siti informativi nazionali, Lettera43.it (vedi link a fondo pagina), ci sbatte in faccia una realtà distante dalla bella, buona e brava Università triestina che spesso localmente viene innalzata ad esempio di eccellenza.  Chi direbbe mai che dietro a questa facciata ci stiano conigli a cui vengono “conficcati impianti dentari in titanio al posto delle zampette” con indicibili dolori? Oppure che, nel dipartimento di psicologia, “siano usati dei pulcini per esperimenti sull’orientamento”, pregiudicando crudelmente la loro esistenza? Ma il vero casino deve ancora esplodere, nel senso che questa imbarazzante area 51 del dolore animale, chiamata stabulario, è destinata ad ampliarsi, grazie ad un finanziamento complessivo di 459mila Euro. Il progetto è già stato autorizzato dal Ministero e la fase preliminare è già stata ultimata. Gli animalisti però non ci stanno e, sostenendo che quelle torture sono sostanzialmente inutili per la ricerca (da profani difficile dar loro torto pensando ai pulcini storiditi in maniera irreversibile per gli esperimenti di qualche”strizzacervelli”), organizzano una manifestazione di protesta sabato prossimo in piazza della Borsa dalle ore 16. Vista l’eco della cosa l’impressione è che non ci saranno solo quattro gatti.

http://www.lettera43.it/ambiente/42762/trieste-l-ateneo-della-tortura.htm

Annunci

I commenti sono chiusi.