Bilancio: il Sindaco, tempestato da oltre 800 emendamenti, non rinuncia al gabinetto.

Il bilancio comunale: fra la falce del rigore e il martello delle spese. In più, sulle spalle del signor sindaco e delle sua giunta, il cugno mostruoso composto dalla moltitudine di emendamenti presentati dai ragazzi del Pdl. Uno di questi (ragazzi), il capogruppo Bertoli ha anche lanciato una provocazione a Cosolini, quella di tagliare le spese del personale afferenti al gabinetto del Primo cittadino: in tutto 182mila Euro, per ridurre così l’aliquota IMU. Particolare interessante è che nell’interrogazione si faccia riferimento all’assunzione nell’ufficio di staff, fra gli altri, della collaboratrice esterna con qualifica di “Istruttore amministrativo” categoria C, profilo già coperto non da uno, ma oltre 800 dipendenti del Comune di Trieste. Insomma una provocazione che però pone l’attenzione su un’assunzione esterna che, più di altre, forse poteva ragionevolmente essere evitata.
 

Annunci

I commenti sono chiusi.