Nella Trieste delle promesse non mantenute, nonostante le denunce, via Boccaccio resta una discarica. A Trieste ” SE POL “.

E ufficiale: via Boccaccio è di fatto una discarica autorizzata dal Comune. Si perché anche dopo l’ intervento della circoscrizione e la pubblicazione sul Piccolo delle foto del degrado, oltre al nostro reportage, nessuno ha mosso un dito. Ecco allora che anche questa settimana è stato depositato un altro appartamento in mezzo alla pubblica via. (foto sotto) Alla ” gnanche pel cul ” . Si rassegnino quindi i residenti contribuenti, perchè il silenzio assenso di questa amministrazione non può che ufficializzare la libera discarica di mobilio di Via Boccaccio. Un silenzio assenso di questa Giunta comunale al quale cominciamo a farci il callo. Quindi, altro che a Trieste No Se Pol ! Nella Trieste che cambia e che farnetica di tornare grande TUTTO SE POL . Qualche esempio…(clicca SU CONTINUE READING)

Occupare uno stabile del comune fumando razzi e vendendo birre a un euro (link) ? SE POL
Scaricare mobilio sulla pubblica via (link) ? SE POL
Dormire su materassi matrimoniali in mezzo la strada in zona stazione Fs (link) ? SE POL .
Allestire liberamente campeggi in piazza Unità d’Italia (link) ? SE POL
Sposarsi con rito civile in Comune sotto le bandiere della yugoslavia Titina sventolando tricolori con stella rossa e inneggiando a Trst je nas (link) ? SE POL
Spartire, in epoca di spendign review incarichi esterni come se in Comune non ci fossero 2600 dipendenti (link) ? SE POL.
Dimenticarsi di pagare l’assicurazione del Comune per i danni causati dalla bora (link) ? SE POL.
Essere favorevoli e contrari al rigassificatore o alla Ferriera a seconda di come tira il vento elettorale? SE POL
Ci fermiamo qua, delusi e amareggiati, come molti altri cittadini.

20120826-194128.jpg

Annunci

I commenti sono chiusi.