Ferriera di Trieste : il sindacato di destra, UGL, s’incazza con Menia Fli.

L’onorevole Menia, Futuro e Libertá, ex sottosegretario al Ministero dell’Ambiente, intervistato sul Piccolo, parla della Ferriera di Servola definendola un cancro. Il sindacato di destra, l’UGL, s’incazza di brutto: riportiamo qui di seguito il comunicato stampa inviato oggi al Bollettino, ed a tutte le redazioni giornalistiche locali, di Matteo Cernigoi, segretario UGL Fvg.

In merito all’intervista apparsa oggi sul quotidiano locale, UGL FVG per bocca del suo Segretario Generale, Matteo CERNIGOI, esprime tutte le sue perplessità: “Menia parla della Ferriera di Servola come di un cancro: ci si domanda come mai tali dichiarazioni arrivino proprio ora. La gente non ci sta più a sentir usare i problemi di salute e di lavoro che attanagliano lavoratori e residenti nel rione, è incredibile che la politica possa ancora pensare di raccogliere consensi con i soliti proclami, perchè oggi non ci crede più nessuno! Poi Menia accenna alla necessità di un piano di riconversione, che però dopo tanti anni, nessuna amministrazione ha ancora concretamente proposto. Illy ha saputo organizzare le catene umane di protesta contro la chiusura e null’ altro, Di Piazza ha sparato a zero ritirandosi poi in un angolino senza metter mano a niente, e ora c’è Cosolini che sembra annaspare difronte a un problema che evidentemente non si vuole risolvere davvero. Il deputato del Fli dice che si tratta di una cosa antica, che ci sono state troppe campagne elettorali e che gli anni passano inesorabili: ma lui dov’era, quali sono le azioni che Mha portato avanti per risolvere il cancro dello stabilimento siderurgico visto che è stato addirittura Sottosegretario all’ambiente??? Ci si domanda infine, se la Ferriera non va bene come pubblicità per Trieste, come possiamo pensare di sostituirla con il pericolo di un rigassificatore inutile quanto sorpassato?? Evidentemente tutti questi personaggi hanno casa da un’altra parte, e del futuro di chi è in bilico sul proprio posto di lavoro o di chi ha investito tutte le energie familiari per comprare un’abitazione tra Servola, Borgo San Sergio, Dolina e Muggia…non importa un granché. Solo e soltanto UGL ha presentato in Regione una seria proposta di riconversione per una siderurgia pulita, a oggi unica voce reale e concreta, ma chi sta nella stanza dei bottoni sembra fare orecchie da mercante e preferire che quanto si può fare di immediato per salute e lavoro, non venga preso in considerazione.”

27 agosto 2012
Segreteria UGL fvg

Annunci

I commenti sono chiusi.