breaking news: la società emiliana Hera, che ingloberà Acegas, piomba i contatori del gas a 75 famiglie di Ravenna.

A Trieste, quando quelle pochissime volte in passato alla pensionata di turno veniva tolto il gas, immediatamente scattavano le proteste mezzo stampa nei confronti dell’Acegas. Essere al servizio dei cittadini infatti non significa adottare un approccio nazista al problema generato dalla povertà. Dunque, come alcuni di voi sanno il Comune, azionista di maggioranza dell’Acegas, vorrebbe entrare in un’alleanza da profondo rosso (in senso politico) con Hera, la multiutility dell’Emilia Romagna. Ebbene, se a Trieste è ormai passato un decennio che non si verificano chiusure di utenze in oggettive difficoltà economiche, a Ravenna, Hera non si fa scrupoli a lasciare 75 famiglie senza il gas, senza quindi riscaldamento e acqua calda. È successo ieri, 11 settembre, e i condomini se ne sono accorti al rientro dal lavoro, quando, stanchi, avrebbero voluto potersi fare una bella doccia.
Non c’è che dire, a Trieste adesso ci attende una nuova Hera…

clicca qui per leggere l’articolo del quotidiano dell’Emilia Romagna che ha pubblicato la notizia alle ore 19.21 di oggi, 12 sett 2012.

Annunci

I commenti sono chiusi.