Facciata (di bronzo) del Comune di Trieste: I Marò (ancora prigionieri in India) sfrattati da Next. Non è un bell’ Incipit…

I due maró, la cui immagine è stata esposta in questi mesi sulla facciata del Comune in segno di solidarietà, ha lasciato spazio al manifestone di Trieste-Next, l’evento a cui si riconduce lo spettacolare esito di una gara indetta dall’amministrazione comunale per l’assegnazione di un incarico – nell’ambito della comunicazione – che fu attribuito alla società che aveva fatto la campagna elettorale del Sindaco, nonostante l’offerta più conveniente venne presentata da un altro soggetto. Questo dettaglio, legato al cambio di striscione, é simpaticamente riprodotto dalla nostra vignetta, che si richiama anche al fatto che l’amministratrice di tale società (Incipit) risulta essere stata una dirigente di primo piano de PD. Ai nostri lettori il giudizio se sia stato opportuno rottamare quel segnale di solidarietà rivolto ai nostri due connazionali imprigionati in India per far spazio alla promozione di Next. A tal proposito di certo la pubblicità all’evento in questione ha fatto abbondantemente il pieno: basta camminare in centro e scoprire in ogni via, financo sui pali della luce, uno spazio visivo dedicato a Next. Sí ma il conto finale della festa, quant’è ? Next time…

TUTTO SUL CASO INCIPIT : CLICCA QUI

Annunci

I commenti sono chiusi.