A volte ritornano: il “nuovo” Illy sale sul carro di Renzi e tira un calcio negli stinchi alla Serracchiani “bassa nei sondaggi”

Riemerge Riccardo Illy e lo fa sul giornale della Fiat, quella Stampa di Torino ben riconducibile a certi ambienti di potere. Dopo aver spiegato a noi miseri tapini il Pil della California e la rivoluzione prossima ventura del fotovoltaico, dopo aver lodato Monti – tasse sulla nautica a parte – (a proposito chissà se, come annunciato a mezzo stampa, ha venduto la barca a causa delle imposte aumentate dal Governo), e dopo aver fatto modestamente presente a tutti, e forse anche al fratello Andrea, che lui è adesso tanto impegnato a “guidare un gruppo di aziende in un’epoca turbolenta”, dopo tutta questa serie di io sono io e voi non siete un cazzo, arriva il salto sul carro di Renzi, il quale cercando gente giovane e nuova ben apprezzerà la venuta di uno di un quasi sessantenne ex sindaco, ex parlamentare ed ex presidente di regione. Poi del tutto inatteso nell’intervista parte il calcio negli stinchi alla Serrakkiani: alla domanda perfida sui sondaggi deludenti per l’europarlamentare assenteista candidata alla guida del Friuli Venezia Giulia, Illy non corregge l’aggettivo riferito allo scarso appeal della Serrakkiani, ma sta al gioco e nel caso di chiamata a sostituire la di cui sopra candidata egli cripticamente dichiara di essere semplicemente riconoscente al Pd per esser stato nel passato alla di lui maestà leale. Insomma il Principe è tornato, ma il mondo non è più quello di cinque anni fa, anche perché tanto per cominciare oggi dovrebbe spiegare a qualche giornalista privo di inginocchiatoio com’è che sotto la sua presidenza le spese per il Consiglio regionale registrarono un’impennata furibonda, ma questa è un’altra storia…

clicca su ELEZIONI FVG per altre news sull’imminente campagna elettorale per la regione friuli venezia giulia ( menú Rubriche, colonna a destra )

Annunci

I commenti sono chiusi.