Confronti: a TriesteNext volevano farci mangiare insetti. In USA uno è morto mangiando scarafaggi. A Gorizia strapieno con i piatti locali.

La tre giorni di Trieste Next è stata archiviata da quasi una settimana, ma l’evento – usiamo generosamente questo termine – ha avuto un suo momento catartico, ben rappresentativo dell’ambizione elitaria e distante dai gusti della gente comune. Quella stessa gente, per intenderci, che oggi, leggendo sul giornale l’intenzione dello scrittore Rumiz di voler  fare il “bardo”, si chiede cosa cazzarola sia mai questo “bardo”. Ma l’obiettivo di fondo dell’Intellighenzia non è quello di andare incontro al popolo, ma di educarlo. Ecco quindi che Trieste Next fra i tanti appuntamenti ha annoverato pure quello dal titolo “A tavola con gli insetti”, dove nelle intenzioni si sarebbe potuto far assaggiare alla gente (quella del “bardo”) quei croccanti animaletti come cavallette, formiche e scarafaggi vari. In tal senso gli amici di Incipit – quelli che curiosamente hanno vinto la gara per la comunicazione dell’evento offrendo il preventivo più alto (Link al caso Incipit)- ci danno una mano illustrandoci il Menu “del futuro”. Il loro però di futuro. Ad ogni buon conto alleghiamo invito e lista dei piatti (pubblicato sulla pagina di INCIPIT). Tutto organizzato dalla Cooperativa Bonaventura, ma di buona ventura, intesa come sorte, non se n’è vista proprio. Anzi, più che Bonaventura, diremo quasi bonasfiga: per prima cosa, nonostante la presentazione di una formale richiesta, l’Azienda sanitaria ha severamente proibito l’assunzione da parte dei presenti all’incontro del cibo (?) che veniva cucinato. Quindi la friggitura e il relativo killeraggio delle bestiole sono stati eseguiti solo a scopo dimostrativo, totalmente a vuoto. (link) Ma c’è dell’altro indirettamente legato a questo bizzarro evento, infatti ancora freschi di una sorta di nausea per questa nuova forma di dieta, ci arriva la notizia che in Florida un signore 32enne è passato a miglior vita dopo aver partecipato ad una gara di mangiatori di scarafaggi (link) , quando, per analoghe – e comunque non intelligentissime – competizioni a base di hot dog o di hamburger, al limite uno si becca un’indigestione. E così, mentre a Trieste la nostra amministrazione ci proponeva dimostrazioni curinarie a base di insetti, oltre ad una serie di brillanti momenti di intrattenimento ai quali anche il sindaco ha manifestato tutta la sua attenzione (vedi pennica davanti all’eloquio di Magris), a pochi chilometri di distanza, tipo a Gorizia, altro che scarafaggi e cavallette: ogni ben di Dio da mangiare e tanta allegria per 100mila presenze (a Trieste 30mila) con una spesa però di gran lunga inferiore rispetto a quanto sarebbe costato Trieste Next (500mila Euro?). Usiamo il condizionale perché a tutt’oggi il cameriere non ci ha ancora portato il conto, nonostante il festino sia stato pagato in buona parte da noi cittadini…

ECCO QUI SOTTO, IL PIU’ CLASSICO DEI GIOCHI PASSATEMPO  : ” TROVATE LE DIFFERENZE TRA LE FOTO ”

Questo slideshow richiede JavaScript.

clicca su Pausa e sulle frecce per rallentare lo scorrimento delle foto

Annunci

I commenti sono chiusi.