Punito il Livorno NON per i cori sulle foibe, ma per due petardi e uno striscione. L’ Italia resta sempre un paese senza Ricordo.

[a fine articolo il video della vergogna]
Come avevamo preventivato in Italia esiste sempre una doppia morale, così come una doppia giustizia. Una ufficiale, dove si riconoscono crimini e colpe del passato attribuendone le giuste responsabilità, poi c’è quella reale dove vige una sostanziale impunità per chi offende o manca di rispetto a situazioni storicamente e culturalmente più vicine alla destra. E così è andata anche per quello che è accaduto a Livorno, dove il fatto di aver evocato le foibe quale sistema repressivo da riattivare non ha comportato per i tifosi locali alcuna sanzione, i 7mila di multa infatti che sono stati comminati dal giudice sportivo sono per due petardi e uno striscione ! Da non credere, se non fossimo in Italia, Paese che fatica ancora oggi, a distanza di oltre
mezzo secolo a far i conti con la storia. Ora l’andazzo da tempo gode di buona copertura mediatica, nel senso che la stampa importante, per la tara culturale di cui sopra, glissa e fa spallucce. Ma noi e tanti altri no. Registriamo quindi l’attenzione alla cosa dedicata dal quotidiano di Udine (ilQuotidianoFvg) ed a livello nazionale dal Secolo d’Italia (articolo firmato dal vicedirettore Fragalà) , così come politicamente va annotata la presa di posizione del consigliere comunale di Trieste Claudio Giacomelli, il quale ha invitato il Sindaco a scrivere al suo collega di Livorno affinché il Comune labronico si costituisca parte civile contro i protagonisti di quei vergognosi cori sulle foibe, così come ha fatto il primo cittadino di Verona nei confronti dei tifosi scaligeri colpevoli di aver offeso la memoria di Morosini. Da Roma, infine, pare che anche l’onorevole Fedriga (triestino, ma veronese d’origine) stia per presentare un’interrogazione al Governo sulla vicenda. Tutto ciò è importante perché a poco serve istituire giornate del ricordo se poi nei fatti il rispetto e la memoria su quello che è stato il dramma del confine orientale, delle foibe e dell’esodo (pulizia etnica, please) vien impunemente vilipeso.

clicca qui per la mozione ed il comunicato stampa del cons. Giacomelli

clicca qui per il nostro articolo che ha sollevato il caso

clicca qui per l’articolo sulla curva del Livorno che mostra la schiena durante il ricordo del militare caduto in Afghanistan

clicca qui per l’articolo pubblicato sul Secolo d’Italia

clicca qui per il sito del QuitidianoFVG

Annunci

I commenti sono chiusi.