L’amore (e la visibilità) ai tempi della campagna elettorale: Serrakkiani convola a nozze con il suo Riccardo dopo 20 (!) anni di fidanzamento.

La corsa per diventare governatrice della nostra Regione si sta dimostrando più difficile di quel che poteva apparire all’inizio e allora la spia della visibilità si accende di rosso. Che fare? Come rimpolpare un carnet di presenzialismo già colmo fino al limite della sovraesposizione? Perché attribuire ad una coincidenza il recente annuncio di matrimonio da parte della Serrakkiani via radio, all’insaputa dello stesso fidanzato, con la campagna elettorale in corso significa far violenza alle nostre pur limitate intelligenze. Certo, non é che non si dorma più la notte a causa del lieto evento, ma vedere trasformata la vita della severa avvocatessa romana in un Reality Show fa un certo effetto. Una volta la sinistra aveva un profilo di serietà che includeva anche un certo rispetto e un certa riservatezza per la propria vita privata. Oggi vale tutto e così non ci vuole molto a capire che le nozze in piena campagna elettorale, dopo anni venti di fidanzamento, hanno un potenziale di immagine bombastico. Servizi tivù e stampa garantiti, anzi questi ultimi già iniziati con annesso pippone galattico sull’abito nuziale da riciclare. Nozze in municipio a Udine comunque, con officiante il sindaco Honsell, suo ex concorrente virtuale per la candidatura. Non pervenuto l’altro: cioè Riccardo. Illy ovviamente, il quale dopo aver messo il naso fuori di casa e aver annunciato la propria disponibilità a prendere il posto della Serrakkiani, viste le reazioni non proprio entusiastiche dei reggenti del Pd, è sparito dai radar della politica. Chissà se sarà invitato al matrimonio?

leggi anche : “Serracchiani spende a Torino e snobba la nostra regione”

Annunci

I commenti sono chiusi.