Cuccú turisti. Avvisate il Sindaco che siamo a novembre: nessuno controlla e in giro ci sono ancora i totem degli spettacoli estivi.

Saranno contenti i turisti nel poter leggere il cartellone degli eventi organizzati a Trieste. Quelli della scorsa estate però. Già, perché nelle vie del centro cittadino si fanno ben notare i totem che pubblicizzano il calendario degli incontri, dei concerti e degli spettacoli teatrali. Tutti eventi ai quali si può assistere, ma ad una sola condizione: quella di disporre di una macchina del tempo, visto che quegli appuntamenti sono già passati, da diversi mesi. Ma d’altronde cosa pretendere da un Comune che non ha neanche un assessore alla Cultura e che spende ben 30mila Euro l’anno per un consulente (nonno Miracco) il quale non brilla certo per presenza negli uffici municipali? L’impressione è che da quelle parti ci sia un po’ un clima di scazzo, tale che nessuno si perita neanche di verificare l’attualità di quello che viene promosso. Una decadenza che, anche in questa occasione, ci fa capire quale distanza ci sia fra la realtà e la propaganda di un Comune che non è nemmeno capace di sostituire un’insegna promozionale di quest’estate.

Annunci

I commenti sono chiusi.