Recupero dei ruderi di Trieste: i progetti li fanno gli ex-allievi ‘win-win’ dell’assessore Marchigiani.

C’è un gruppo di giovani “architetti” che ha ottenuto spazi e finanziamenti per, in parole povere, individuare vecchi ruderi di Trieste ed andare dal proprietario per proporgli un progetto di recupero. Gratis. Cioè li pagano gli sponsor pubblici o para pubblici, ma dentro alla cosa ci sono anche Provincia e Comune. Il gruppo di architetti, per una curiosa coincidenza, sono stati allievi dell’assessore comunale Elena Marchigiani e sono riuniti sotto il simpatico nome di ManifeTs2020. Sempre della serie le coincidenze della vita atto secondo, alcuni di loro hanno anche prestato la faccia alla non proprio fortunatissima iniziativa Inside Out, quella dei catafalchi arrugginiti i piazza della Borsa. Tornando al censimento dei palazzi in rovina il Piccolo, nell’articolo del 16 novembre definisce il linguaggio del progetto “molto fashion” mentre i ragazzi, cioè gli architetti, parlano di approccio “win-win“. No cin-cin, proprio win-win. Ora pur non capendoci una cippa taluni si pongono una serie di interessanti quesiti, della serie: i ragazzi fashion dall’approccio win-win sono tutti già dotati di laurea, e soprattutto hanno fatto l’esame di stato per l’abilitazione professionale? Perché se non fossero iscritti all’albo i giovani semi-architetti, già allievi dell’assessore Marchigiani, non potrebbero firmare i progetti. E se non li firmano loro chi li sigla? Eppoi c’è la storia del gratis che innesta un dibattito sui due pesi e due misure. Tempo fa Francesco Cervesi donò al Comune il progetto del recupero del Carciotti, lavorando gratis anche lui (pure senza sponsor), come i giovani win-win, solo che all’epoca gli ordini professionali stigmatizzarono la cosa perché recava danno alla categoria. Com’è che sta volta invece se i progetti vengono fatti gratis tutto va a meraviglia? E infine, non era forse il caso di indire un bando, o quantomeno una selezione pubblica, per individuare il gruppo di professionisti, non obbligatoriamente win-win, e magari iscritti anche all’albo professionale ?

>> clicca qui per altri articolo sui vari “amici” della Marchigiani ….

clicca qui per l’articolo del Piccolo

Annunci

I commenti sono chiusi.