Il fantastico mondo della Serracchiani: non ha fatto le primarie, ma le vuole per gli altri !

20121212-170906.jpg

Il personaggio è senza dubbio interessante, perché dietro alla sua acidula e arrogante retorica si celano contraddizioni e vuoti pneumatici da urlo. E’ una di quelle che, bacchettina alla mano, vuole insegnare a tutti la verità. La sua verità. Sì, perché nelle sue lezioni quotidiane l’onorevole Serracchiani si è sempre ben guardata bene dal far riferimento, ad esempio, al suo assenteismo all’Europarlamento, così come riportato dal Fatto quotidiano (e poi dal Bollettino), il che, in considerazione dei 20mila Euro percepiti mensilmente, stride con le sessioni di morale che la candidata a Presidente del Fvg giornalmente impartisce a mezzo stampa (ed anche tramite twitter, dove è nota soprattutto per la vicenda dei followers falsi). Particolarmente brillante anche il rapporto con il populismo, che ella addita come male assoluto affannosamente riferito a Grillo e al Berlusca. Anche qui, la sua dichiarata partecipazione alle manifestazioni contro il rigassificatore sotto anche le bandiere No Tav, fa sorridere, se si pensa che l’iter per l’impianto di Zaule fu aperto dal suo segretario di partito Pierluigi Bersani, all’epoca Ministro, e che il PD, con Illy presidente della Regione e l’assessore Roberto Cosolini, sosteneva il progetto. Ma la lista delle performance di Serracchiani è lunga, così come la sua ansia di visibilità, che è ben cristallizzata dalla decisione di sposarsi in piena campagna elettorale, dopo un fidanzamento durato un ventennio, adottando una strategia più vicina alla linea editoriale di Novella 2000 che all’impegno sobrio e discreto professato alle benevoli testate locali. Oggi l’ultima: l’onorevole, sul sito di Luca Sofri, il top dello snob radical chic, si lancia in un editoriale a favore delle primarie per la selezione dei candidati al Parlamento. Scrive la statista stazionante – non troppo – all’Europarlamento: “Le primarie sono state una prova difficile, rischiosa”, e sarà per questo che lei – per l’investitura a candidato presidente – non le ha fatte, e sarà anche per questo che si è ben guardata di manifestare la sua preferenza fra Bersani e Renzi. Evidentemente la carriera vale ben di più della trasparenza con i propri compagni di partito. Questa è la vera lezione del giorno. Scienze politiche 2.0.

Serrakkiani “culeggia” tra Renzi e Bersani – clicca quì

20mila euro al mese ed è pure assenteista – clicca quì

CaccaPuzzolente & Co. : ecco i falsi followers della Serrakkiani su twitter – clicca quì

il MATRIMONIO di Debbora – clicca quì per saperne di più

Vuoi sapere di altre marachelle di Debbora ?? Allora clicca qui ed entra anche tu nel FANTASTICO MONDO DI SERRAKKIA

Annunci

I commenti sono chiusi.