Capodanno Tipicamente Friulano dell’ ass. Pellaschiar a Trieste: festa in piazza con i Finley e Selene. Ecco le spiegazioni del Sindaco a Mike Sponza.

pellaschiar capodanno trieste finley

Il caso del Capodanno a Trieste Tipicamente Friulano portato alle cronache grazie all’articolo del Bollettino (che anticipava tutto già il giorno 18 dicembre) ha suscitato la reazione di molti esperti del settore, come riportato oggi anche dal quotidiano locale, tant’è che il musicista triestino Mike Sponza proprio oggi ha avuto un incontro con il Sindaco di Trieste ed a tale riguardo pubblichiamo in allegato a fine articolo il resoconto di questo colloquio.
Ci sembra comunque doveroso sottolineare quanto l’irresistibile retorica dell’assessore comunale di Trieste Elena Pellashiar – “alla festa in piazza di Capodanno garantiremo una gamma di proposte musicali adatte a tutti i gusti” – si sia scontrata con la dura realtà. Anzi si è trattato di un frontale vero e proprio, visti i commenti non proprio entusiasti degli operatori musicali triestini, già anticipati dal Bollettino, e che persino il giornale locale ha dovuto registrare. Gino D’Eliso, pur da sempre schierato a sinistra, non ha avuto remore a criticare la decisione dell’amministrazione comunale definendola sobriamente “una scelta demenziale“. Per non parlare della lettera di Mike Sponza, da noi già pubblicata, dove si fa rilevare che i Finley (la band che salirà sul palco di piazza Unità) a Pordenone ha staccato la bellezza di 140 biglietti, a testimonianza del loro irresistibile gradimento. Intanto la ragioneria ci segnala che sono 60mila gli Euri che il Comune con apprezzata lungimiranza ha investito in questa operazione, che comprende anche la performance di Selene: e qua ritirate indietro lingua e bavetta, perché non si tratta della voluttuosa pornostar anni ’90, ma di una non meglio specificata cantante udinese. Per finire c’è il dj Mitch (chi ?), che il buon Sponza segnala essere “più noto in Friuli che a Trieste”. Per chi portasse l’anello al naso spieghiamo che l’invasione friulana potrebbe trovare una correlazione con il fatto che l’organizzazione sta in capo ad Azalea, la società che ha portato Mandi Springsteen e che ha sede in provincia di Udine. Società che, a quanto pare, ha in essere un rapporto di collaborazione particolarmente fecondo con il Comune di Trieste. Voci di corridoio che vengono riportate anche sui social network dicono che il pacchetto ( o pacco ) dell’evento di capodanno sia il modo con cui lo stesso Comune ” ringrazia ” AzaleaPromotion per aver concesso l’esclusiva regionale dei ben più noti GreenDay in maggio 2013 sempre a Trieste. Chissà se, dopo aver suggerito al boss di salutare il pubblico del Rocco in friulano, qualcuno non tenti, fra una settimana, di fare il bis dal palco di piazza Unità: Mandi 2012 ! Bon finiment e bon principi !

clicca qui per leggere il resoconto del colloquio tra Cosolini e Mike Sponza

Annunci

I commenti sono chiusi.