Sito Primarie parlamento del Pd : il Friuli senza la Venezia Giulia, sloveni snobbati di brutto e il seggio in pizzeria.

primarie parlamento PD senza venezia giulia

Che le primarie/parlamentarie del PD siano un accanimento terapeutico su un destino già segnato, almeno a Trieste, è ormai provato in maniera oggettiva, vista la distanza siderale in termini di consenso che separa il gruppo degli onorevoli uscenti dai pressoché sconosciuti novizi (vedi nostro articolo di ieri, link sotto). In questo senso dà di certo più soddisfazione buttare l’occhio sul sitoweb deputato a rilasciare informazioni sulla simpatica competizione interna al Partito Democratico. A tal riguardo il primo appunto lo annotiamo su un argomento che inonda puntualmente la rubrica segnalazioni del Piccolo: Il Friuli senza la Venezia Giulia. Basta scorrere infatti con il mouse sopra la cartina dell’Italia e invece del nome completo della nostra Regione apparirà la scritta Friuli, anche se la candidata democratica Serracchiani ambisce diventare presidente di tutta la Regione.

PARLAMENTARIE PD ALLEGATI

clicca per ingrandire

Diamo poi un’occhiata ai seggi previsti nei comuni e scopriamo così che il riconoscimento di comune bilingue viene dato solo a San Dorligo-Dolina; gli altri, ovvero Duino Aurisina, Monrupino e Sgonico non riportano il loro corrispettivo in lingua slovena. Che si tratti di una risposta subliminale all’Unione Slovena che minaccia di traslocare nella lista di Centro di Fini, Casini e Monti? Nota di colore infine sulla logistica di una sezione elettorale prevista all’interno della pizzeria La Bita, località Santa Croce. In tal modo gli spiriti più indipendenti e trasgressivi (per i parametri del PD) potranno realizzare lo schema che prevede quanto segue: voto, margherita, birretta, tiramisù, sorbetto e rutto libero.

clicca qui per il nostro articolo sulle primarie Pd : “Ti Piace Vincere Facile ?”

Annunci

I commenti sono chiusi.