FLI in estinzione: l’1% nei sondaggi e l’alleanza con MontImu falcidiano in Regione Fvg le truppe di Fini che abbandonano la nave prima che affondi. Avvistato su una scialuppa anche Michele Lobianco.

MONTIANIC

Assomiglia tanto ad un’estinzione, lenta ed inesorabile quella del Fli, partito nato ad immagine e somiglianza di Gianfranco Fini e ora, sondaggi tutti alla mano, ridotto a poco più dell’1%. In Regione Friuli Venezia Giulia la situazione rasenta il naufragio, con tanto di scialuppe di salvataggio già in mare. Non a caso a Gorizia il coordinatore Marega ha ritenuto opportuno levare le ancore, in quanto non troppo entusiasta del progetto di allearsi con MontImu. Idem per il responsabile di Gradisca.
lobianco in costume fliA Trieste segnali di insofferenza giungerebbero dal consigliere comunale e candidato Sindaco del FLI alle ultime elezioni, Michele Lobianco (foto) che, stando al alcune voci di corridoio, sarebbe in procinto di trasferirsi nella nuova offerta ottica della Meloni e di Crosetto “Fratelli d’Italia”, che a differenza del Fli si colloca saldamente nel recinto del centrodestra. Ma sono le candidature alle elezioni di febbraio a riservare il paradosso più evidente, per chi come MontImu aspira ad avere alleate liste rinnovate e prive di ogni macchia. Capolista, infatti, stando alle indiscrezioni pubblicate dalla stampa locale, dietro all’uscente Menia dovrebbe esserci il consigliere regionale alla terza legislatura Paolo Ciani, sul quale pende un’indagine da parte della Procura di Udine per truffa aggravata.

Insomma il sogno futurista sembra essere diventato un incubo: quello di morire democristiani.

(per ingrandire la foto di Michele Lobianco clicca sopra)

per saperne di più su quello che combinano al FLI clicca su ” Casa Gianfli” nel menù RUBRICHE che trovi nella colonna a destra
Annunci

I commenti sono chiusi.