Berlusconi a Trieste: il video esclusivo della poesia…

Lunedì pomeriggio Silvio Berlusconi, dopo la conferenza stampa, incontra alla stazione Marittima di Trieste il suo pubblico. E lo delizia con un momento culturale citando a memoria una poesia del triestino Umberto Saba intitolata “Ritratto della mia bambina”. La poesia, pubblicata nel 1920, è dedicata alla figlia del poeta, Linuccia, che in quell’anno aveva dieci anni. La riproponiamo in esclusiva nel video in versione quasi integrale (mancano le prime strofe sic. sic.), mentre più sotto troverete il testo. Ai più attenti, non sfuggirà la piccola defaillance nella citazione del Presidente B., tradito, forse, nella memoria.

La mia bambina con la palla in mano,
con gli occhi grandi colore del cielo
e dell’estiva vesticciola: “Babbo
-mi disse – voglio uscire oggi con te”
Ed io pensavo : Di tante parvenze
che s’ammirano al mondo, io ben so a quali
posso la mia bambina assomigliare.
Certo alla schiuma, alla marina schiuma
che sull’onde biancheggia, a quella scia
ch’esce azzurra dai tetti e il vento sperde;
anche alle nubi, insensibili nubi
che si fanno e disfanno in chiaro cielo;
e ad altre cose leggere e vaganti.
Umberto Saba

Annunci

I commenti sono chiusi.