Twitter cabaret : l’inaugurazione formato Smart dello stadio Grezar di Trieste non rimane impunita.

20130228-195942.jpg

Era inevitabile che l’anomala “inaugurazione” dello stadio Grezar di Trieste, definita simpaticamente “inaugurazione burletta” da un autorevole utente del social network Twitter, non generasse qualche ironia.
Sì perchè un’apertura così monca ( non sono usufruibili nè le tribune nè gli spogliatoi) non la si vedeva dal lontano 2001, quando l’allora Giunta Comunale guidata da Riccardo Illy, pur di inaugurare il Teatro Rossetti prima delle elezioni ( poi perse) mise in piedi una serata d’onore condotta da Pippo Baudo (!), in una struttura ancora in parte incompleta. Dodici anni dopo, a un mese dalle elezioni regionali, il Comune di Trieste taglia il nastro per una pista di atletica con i tempi di completamento dell’opera ancora incerti; come ha dichiarato al quotidiano “Il Piccolo” con grande cautela (ponte docet) l’assessore ai lavori pubblici Andrea “Goodnight” Dappretto.
Oddio, “tempi incerti” …. ma qualcuno su twitter qualche certezza ce l’ha:

AP twitta : ” Grezar: misurata la pista di atletica e mancano 10 cm ai 400 metri di legge, i progettisti sono gli stessi del ponte”(trattasi di citazione specifica AP)

risponde RU : ” a questo punto l’inaugurazione con tutto completo la facciano davvero con Pistorius, quando avrà scontato la pena”

chiude alla grande PP che scrive ” Colpa della Giunta precedente”

Annunci

I commenti sono chiusi.