[MaiDireGrillo] Le idee di Grillology per la RegioneFVG. Puntata 1 : la decrescita.

mai dire GRILLO

Non scambiate il nostro per un accanimento terapeutico nei confronti dell’offerta politica in chiave regionale della setta a 5 stelle. (copyright nostro, recentemente ripreso dal Cavaliere).  Semplicemente, quando si presenta agli elettori una forza politica nuova, i cui rappresentanti sul territorio non sono ancora molto conosciuti, il programma diventa di fatto l’unico strumento per sapere in concreto qual è l’offerta politica, al netto della linea di azione nazionale del movimento. Ecco allora che quanto pubblicato sul sito regionale dei grillini, a proposito di quelle che sono le loro idee per il futuro del Friuli Venezia Giulia (in vista del voto del 21 aprile), merita senz’altro un momento di approfondimento, che divideremo in più puntate, tutte raccolte nella nuova rubrica “MaiDireGrillo”.
Domani inizieremo con “Ambiente e Territorio”. Prima però ricordiamo a tutti qual è il fondamento della ideologia grillesca: LA DECRESCITA.
Un concetto che risulta un po’ distante dalla prospettiva di sviluppo (chissà se questo lo spiegano ai piccoli imprenditori) e che contrasta sensibilmente con il resto delle dinamiche economico/produttive di tutti gli altri paesi del mondo, esclusi il mercatino Hippie di Formentera a Pilar de la Mola e le oasi di Tuareg nel Sahara occidentale. C’è da dire che sarebbe davvero singolare, oltre che controproducente, avviare un modello produttivo diverso dal resto del pianeta. Così mentre Germania, Cina e India corrono, noi dovremmo fermarci: lavorare 20 ore a settimana, dare a tutti la paghetta sociale di 1000 euri al mese (e chi lavorerebbe più in Italia ??) e soprattutto consumare obbligatoriamente di meno.
Una formula geniale, per una nazione ridotta ad una specie di monastero governato dai precetti della congregazione di Grillo e Casaleggio…. una decrescita tombale.

Annunci

I commenti sono chiusi.