Anche i crucchi tengono famiglia: in Baviera i parlamentari assumono mogli e figli 14enni !

POLITICHEN TRUPPEN

Monaco di Baviera come Roma, anzi peggio: della serie tutta l’Europa è paese e a tener uniti i popoli latini a quelli teutonici non c’è la bandiera con le stelline o l’Inno alla gioia, ma piuttosto la consolidata prassi di piazzare i parenti più stretti nell’entourage parlamentare. La marachella che ha fatto scoperchiare il pentolone l’ha compiuta il capogruppo dei cristiano sociali bavaresi Georg Schmid, il quale ha assunto come segretaria la propria moglie per uno stipendio mensile di 5mila e 500 Euro.
Non che la famiglia Schmid morisse di fame, visto che il marito capogruppo già portava a casa di suo ogni ventitre del mese 24mila e 244 Euro. Ancora più audace e pirotecnico però si è rivelato il presidente della Commissione bilancio del parlamento regionale di Monaco, Georg Winter, che ha toccato una vetta dove neanche l’ampia aneddotica italica è mai arrivata: un contratto di collaborazione per i figli di 13 e 14 anni. In tutto i parlamentari coinvolti nella kartoffen parentopoli sono ben 17, numero che rischia di non essere proprio di buon auspicio per il partito della Merkel alle elezioni nazionali del prossimo autunno.   

Annunci

I commenti sono chiusi.