La vergogna al Castello di Miramare : dopo le promesse del Sindaco di Trieste (8 mesi fa) lo schifo continua.

image

Dall’amministrazione comunale annunci più o meno roboanti adoperati alla stregua di un anestetico per l’opinione pubblica, ma poi risultati concreti zero. L’altro ieri il flop di Trieste capitale europea della cultura, una candidatura usata per spruzzare una cortina fumogena sul nulla cosmico prodotto dopo due anni in materia di politiche culturali. Oggi un consigliere comunale d’opposizione (Paolo Rovis – Pdl) avendo preso diligentemente nota di quanto proclamato a mezzo stampa dal signor sindaco otto mesi fa sulla vergognosa situazione in cui versa il Parco di Miramare, ha messo in contrasto la realtà con quelle promesse. Il risultato? Anche in questo caso il nulla cosmico e la memoria di molti annebbiata. Quello che rimane è solo l’eco di annunci mai realizzati: come cantava la Tigre di Cremona, all’anagrafe Anna Maria Mazzini ” PAROLE, PAROLE, PAROLE….”

23 settembre 2012, il Sindaco dichiara : ” i cittadini ci dicono ad esempio che vogliono un parco di Miramare all’altezza della sua storia e della bellezza che può e deve avere, e questo glielo dobbiamo dare, anche se la competenza è di altri, smuovendo ostacoli e trovando soluzioni


21 maggio 2013, il titolo del Piccolo : ” Parco nel degrado. Miramare, solo ghiaia al posto del datario “<

/p>

Annunci

I commenti sono chiusi.