C’è figa in Korea (del Nord). Spopola tormentone musicale dal simpatico e pacifico paese asiatico comunista.

morabong

Tubini luccicanti che non si vedevano dal ’77, calze contenitive, tacco 12, coreografie degne di un saggio del dopolavoro della municipalizzata e il pugnetto alzato in onore del Caro Leader, che, per i simpatici nordcoereani, anche se estinto è sempre eterno. Questo la risposta sopra al 38° parallelo al gnamgnam style (by Sud Corea), e sinceramente fra il danzante panzone e questo gruppetto di ingallate cantanti di regime, l’ormone ci fa optare per le seconde. Le note e le vocalità espresse dal Moranbong (nome dell’ensemble) intende propagandare il verbo di Pyongyang in tutto il mondo. Umanamente è arduo pensare che con questa improbabile melodia l’obiettivo verrà raggiunto, anche se meglio sparare nell’etere canzonette che lanciare missili nucleari intercontinentali.

Annunci

I commenti sono chiusi.