Archivi del mese: ottobre 2013

Riccardo Illy : riesumazione rinviata. Niente nomina regionale in Fvg.

20131030_ILLY tentata riesumazione

Si sa che le riesumazioni sono sempre operazioni complesse. Far riemergere ciò che era sepolto comporta il più delle volte dei problemi in quanto bisogna prendere degli accorgimenti. Primo la riservatezza. Quella che è mancata al PD del Friuli Venezia Giulia, che voleva riportare in vita (politica) l’ex presidente della Regione, Riccardo Illy, nominandolo nella Commissione paritetica, organo del tutto ignoto alla stragrande maggioranza dei cittadini: in pratica il luogo dove si regola il rapporto fra Stato e Regione. La candidatura dell’ex sindaco di Trieste doveva rimanere segreta fino all’ultimo, ma una soffiata al Continua a leggere

Annunci

Manovra economica : “supposta di stabilità”. Il Ministro ex Banca d’Italia blocca gli stipendi a tutti tranne ai suoi ex colleghi !

supposta di stabilità

supposta di stabilità


Non sappiamo se ne siate al corrente ma il suppostone è pronto e si chiama legge di stabilità, ovvero la manovra finanziaria che decreta il grado di tassazione che penderà sulle nostre teste. Appena uscita dal forno del Consiglio dei Ministri andrà alle Camere per l’approvazione e le eventuali modifiche. Per intanto però quello che emerge è che ai banchieri va di lusso, mentre chi starà peggio sono i proprietari di casa e i pensionati. Il perché è presto detto: banche, assicurazioni e Continua a leggere

Civati copia Serracchiani [che ha copiato Cosolini] o viceversa? Spopola la parentesi quadra nel PD.

civati serracchiani_bis
Quella di racchiudere slogan e nomi tra due parentesi quadre è stata, a suo tempo, una di quelle trovate molto fashion e molto cool dei cervelloni che si occupano di web marketing. La Serracchiani per la sua campagna elettorale non resistette alla tentazione e, pur essendo ormai il fenomeno visto e stravisto, ha inserito le parentesi quadre su tutto il materiale web e cartaceo della sua propaganda politica per le elezioni regionali del FVG. Non sfuggì questa scelta all’occhio attento del duo Noiza/Nativi ( Enrico Marchetto e Enrico Maria Milic ), spin doctors del Sindaco Cosolini alle elezioni comunali di Trieste nel 2011: Marchetto sottolineò con diplomazia la curiosa somiglianza tra il format del sondaggio online creato per la campagna elettorale del sindaco di Trieste e quello messo in rete dalla Serracchiani ( uguali ! ) mentre Milic, si soffermò proprio sulla scelta attuata da Debby di riproporre la famosa parentesi quadra, ed in tal senso definì SFIGATA la futura presidente del FVG con un tranciante post su facebook. (vedi qui sotto link al nostro articolo sul caso). Ma la parentesi, quadra ovviamente, non si è chiusa. Beppe Civati, candidato alla segreteria nazionale del Partitone Democratico, ha ben pensato di riproporre ancora una volta questa maledetta parentesi e, a dirla tutta, si è pure lasciato prendere la mano (vedi anche replica di civati a fine articolo) : basta dare un’occhiata al sito del Civati per Continua a leggere

Mario “Loden” Monti show : ora se la prende con il suo cagnolino !

monti e il cane
Abbandona il suo partito ( scelta civica ), spara a zero su Pierferdy Casini, paragona Letta a Brunetta, sconfessa un suo ministro e critica duramente sia il PDL che il PD. E’ questo il Mario Monti show andato in scena in questi giorni su vari canali televisivi nazionali. Ma il professor “Loden” (cit. LiberoQuotidiano) è un fiume in piena e dopo aver sparato a zero su tutto e tutti, è riuscito pure a prendersela con la conduttrice televisiva Daria Bignardi che, secondo Mario, si sarebbe macchiata di una terribile scorrettezza : regalargli un cagnolino.
La Bignardi è stata molto scorretta. Mi ha messo quel cane in mano senza rispetto. Ancora pago le conseguenze di quel regalo. Gasparri vuole sapere che Continua a leggere

AAA Cercasi kompagni a Trieste. Per il congresso provinciale rimangono vuoti tre posti…

carenza di kompagni a trieste

L’entusiasmo per l’operato della sinistra di governo in Regione Fvg, Provincia e Comune di Trieste si rivela in tutte le sue forme a pochi giorni dal congresso provinciale del partito democratico triestino. Un unico candidato sostenuto da due liste (Stefan Cok), un pezzo grosso del PD (G. Carbone) che straccia la tessera e prevede un trasloco del Sindaco Cosolini dal Municipio di Trieste e, gran finale, una delle due liste rimasta a secco di candidati. Sono 80 infatti i futuri membri che verranno eletti nel Komintern del PD locale ma sono Continua a leggere

A Trieste la sinistra cammina sul Carbone ardente… E si brucia.

carbome ardente

Diciamocelo, se ci fosse la corrente dei carboniani ci sarebbe la corsa ad iscriversi e magari a tentare la scalata al Pd triestino, che oggi esce ridicolizzato dall’impietosa analisi fatta sul Piccolo del 16 ottobre (link sotto) dall’ex vicepresidente dalla RegioneFVG anni ’80, Gianfranco Carbone. Ex Socialista, che porta sulla propria pelle con dignità le stigmate di tangentopoli, ultimamente ha messo a disposizione di facebook la sua passione per la politica e, partito dall’appoggio al sindaco Cosolini in campagna elettorale, è arrivato a prefigurarne il prossimo trasloco in occasione delle elezioni 2016, che a dire il vero non sono proprio dietro l’angolo ( e in più c’è da dire che il centrodestra ha ancora tutto il tempo per farsi del male da solo) . Ma il malato grave per una volta è il Pd, sul quale Carbone dice Continua a leggere

Il Segretario alla Cok vuole vincere facile: unica candidatura al congresso per la guida del PD triestino.

stefano cok

Superati a destra nell’arte del farsi del male da soli, i democratici triestini vanno dritti verso il Congresso Provinciale che consacrerà Stefan Cok alla guida del partito triestino. Il giovane rappresentante del PD, che puntualizza di “non voler essere coinvolto in un movimento che ha un padrone“, manifesta distacco e avversità rispetto alle strutture gerarchiche di Pdl e grillology, optando invece per una visione più democratica, ovvero quella di un’elezione di stampo bulgaro, dal momento Continua a leggere

Piazza Unità d’Italia, Trieste, in versione LASKO PIVO : sindaco e assessore ai ferri corti.

BEVO LASKO FINCHE CASCO
Piazza Unità d’Italia ? Il salotto buono di Trieste che non potrà più essere violato da qualsivoglia manifestazione che ne lordi il suo prestigio. Così, più o meno, si espressero gli attuali reggitori del Comune del capoluogo giuliano due anni fa, quando assursero al potere grazie ad uno dei frequenti harakiri del centrodestra. Certo, piazza Unità come la piazza Rossa di staliniana memoria: inviolabile. Niente zumpapà zumpapà delle bande, né concorsi di miss. La normalizzazione culturale della sinistra non perdona e non fa prigionieri. Eppure c’è una caciara, un’atmosfera da sagra di periferia, che al sindaco di Trieste piace: è quella prodotta dal chiosco, anzi dai chioschi, della Lasko Pivo, presenti proprio nel Continua a leggere

destinazione Lampedusa Italia : ecco l’altra verità in un esclusivo VIDEO

destinazione lampedusa
Lampedusa, Italia.

Non voglio raccontare ciò che mi hanno fatto dentro casa perché me ne vergogno persino”. Queste le parole di un Italiano che, rientrando a casa a Lampedusa, ha trovato nella sua abitazione un gruppo di immigrati clandestini…..
Queste e tante altre testimonianze nel video pubblicato su youtube da YouReporter e rilanciato da www.qelsi.it (link) che vi proproniamo qui di seguito. Nessun giudizio, nessuna considerazione, solamente un invito a riflettere su quell’altra faccia del dramma che da anni ogni giorno vivono gli abitanti di Lampedusa.

Sindaco di Trieste scopritore d’osterie. I consigli di Cosolini Gran Gourmet. Seconda puntata.

gran gourmet ottobre 2013

Il bollito. Niente a che fare con il momento politico legato al gradimento della gente nei confronti di chi guida l’ammnistrazione comunale. Stiamo parlando di cucina. O meglio di un esperto di cucina, o almeno così si è rivelato essere il Signor Sindaco di Trieste su facebook, salvo poi, vista la raffica di commenti non proprio amichevoli (insultometro a mille), ritirare il suo post. Post che invece noi vi proponiamo, perché il nostro Primo cittadino ha ancora una volta dimostrato di apprezzare la buona tavola rivestendo il Continua a leggere