Sindaco di Trieste scopritore d’osterie. I consigli di Cosolini Gran Gourmet. Seconda puntata.

gran gourmet ottobre 2013

Il bollito. Niente a che fare con il momento politico legato al gradimento della gente nei confronti di chi guida l’ammnistrazione comunale. Stiamo parlando di cucina. O meglio di un esperto di cucina, o almeno così si è rivelato essere il Signor Sindaco di Trieste su facebook, salvo poi, vista la raffica di commenti non proprio amichevoli (insultometro a mille), ritirare il suo post. Post che invece noi vi proponiamo, perché il nostro Primo cittadino ha ancora una volta dimostrato di apprezzare la buona tavola rivestendo il ruolo di scopritore di nuovi locali in città. (la rubrica sindacale “Cosolini Gran Gourmet” era già iniziata tempo fa con la recensione del ristorante sulla terrazza dell’Ausonia – vedi link a fine articolo ). Il punto è – ci informa il Borgomastro – che “a Trieste è tornata finalmente un’osteria in centro“. Per l’esattezza in via Diaz, giusto per non fare pubblicità a nessuno. Il menù? Tipicamente triestino. Quindi macrobiotico e vegetariano con contaminazioni vegane: jota, crauti, bollito per l’appunto, e goulash. Alla prossima puntata di “Cosolini gran gourmet”. Buon appetito !

clicca qui per leggere il nostro articolo sulla prima performance di Cosolini Gran Gourmet

clicca qui per l’immagine con il post del Sindaco su Facebook (poi rimosso) e su Twitter

Annunci

I commenti sono chiusi.