Archivi del mese: aprile 2014

In arrivo le nuove vetture del tram di Trieste. Saranno di colore rosso.

20140416_tram rossoSulla data esatta di riapertura della linea del tram che collega Trieste con Opicina non ci sono ancora certezze anche se, come più volte assicurato dal sindaco, i lavori dovrebbero terminare a breve.Quello che invece sembra ormai appurato è il nuovo colore delle vetture della linea tramviaria: ROSSOGià nelle scorse settimane giravano voci in merito alla scelta di riverniciare i tram della Trieste/Opicina, ma dopo la foto scattata questa mattina nei pressi dell’Obelisco non vi sono più dubbi. Un grosso elicottero dell’aviazione militare ha infatti provveduto al trasporto a Trieste delle nuove vetture del tram appena riverniciate negli stabilimenti specializzati di Buzet (Slovenia).
Evitiamo le solite polemiche “ – sembra aver dichiarato il Sindaco di Trieste Cosolini quando è stato chiesto il motivo della scelta del nuovo colore. Un appello tuttavia caduto del vuoto. Esultano infatti i rappresentanti locali dell’ ANPI che, presi da un eccesso di entusiasmo, chiedono anche l’intitolazione della stazione di Opicina al maresciallo Tito.
R
osso come il sangue morlacco “ ha chiosato invece un reduce della RSI esibendo la bottiglia di Cherry Brandy della Luxardo con la dedica del Vate ( “il liquore cupo che alla mensa di Fiume chiamavo sangue morlacco”, G. D’Annunzio ). Ma, a prescindere dalle boutade dei soliti noti, possiamo confermare che l’inaugurazione della nuova vettura rossa del tram si terrà alla presenza dello scrittore Boris Pahor. Dopo gli interventi delle più importanti autorità locali ( Cosolini, Serracchiani, BassaPoropat e Giancarlo Ressani ) si esibirà con alcuni canti popolari il coro partigiano triestino Pinko Tomazic. In scaletta anche la versione in lingua slovena de “El Tram de Opcina” e “VivaLà ePoBon”.

Annunci

La sedia gigante di Manzano in Piazza Unità a Trieste. Via libera della soprintendenza.

20140408_MANZANO SEDIA IN PIAZZA UNITA

Dopo lunghe trattative che hanno coinvolto l’amministrazione comunale di Trieste nella persona del primo cittadino Cosolini e dell’assessore competente Marchigiani è arrivato finalmente il via libera della soprintendenza all’installazione della sedia gigante di Manzano in Piazza Unità a Trieste. La struttura, trasportata nella notte a pezzi,  è stata montata davanti al Palazzo Cheba questa mattina con l’ausilio di due autoscale ed una squadra di 32 operai specializzati del Comune di Trieste. “Sul rigido regolamento che vieta poltroncine, pedane e ombrelloni all’esterno dei bar del centro non siamo riusciti ad ottenere deroghe dalla soprintendenza – ha dichiarato soddisfatta l’assessore Marchigiani – ma sulla sedia gigante di Manzano, che era la nostra priorità, non siamo arretrati di un centimetro ed abbiamo portato a casa il risultato sperato. “ Fonti vicine al Sindaco confermano che l’installazione rimarrà sulla piazza per tutta l’estate e che probabilmente sullo schienale della sedia, già a Luglio, verrà affisso lo striscione promozionale di una delle manifestazioni scientifiche più seguite al mondo : TriesteNEXT. La sedia servirà a sensibilizzare i titolari dei bar del centro in merito al corretto smaltimento di tutti i loro arredi esterni ( sedie, poltrone, pedane ecc..) che, come noto, non essendo più consentite, dovranno essere smantellate e conferite nei punti di raccolta Acegas/Hera, con il solo aggravio una piccola imposta comunale di smaltimento di 1299,30 euro da pagare presso gli uffici di Esatto Spa.

Presto anche a Trieste “WCSocial” : la nuova App con cui trovare sempre una tazza disponibile… (Video)

20140404_airwc

Sembra che il social media team del Comune stia operando per rendere operativa anche a Trieste la nuovissima App “AirW&C” di cui ne ha dato pronta notizia anche il quotidiano Il Gazzettino qualche giorno fa. Per sapere esattamente di cosa si tratta vi invitiamo a visionare il video esplicativo che riportiamo qui sotto. Rumors di corridoio dicono che l’App della tazza smart sia piaciuta moltissimo all’amministrazione locale che si sta attivando per predisporre un corso di formazione dei dipendenti comunali finalizzato all’utilizzo di questa applicazione . Da alcune riservate indiscrezioni però, sembra che TCD ( la società che si occupa di web partecipata del Comune ) interpellata dalla Giunta per questo compito, non sia in grado di fornire un adeguato servizio di formazione su questo argomento così tecnico.
non me la sento “ – pare abbia dichiarato il presidente di Tcd mentre beveva una tisana alle prugne . Ma siamo certi che nuove e valide professionalità specializzate verranno individuate tramite bando di concorso ad evidenza pubblica o magari con incarico diretto dopo adeguata indagine di mercato.
L’ app per ora è disponibile solo in italiano ma ben presto, ci dicono fonti accreditate che vogliono rimanere anonime, sarà fruibile anche in …. Russo.

 

link al gazzettino