Archivi categoria: MaiDireGiunta

ciao Maurizio. Il nostro videosaluto al dimissionario assessore Consoli.

001 bollettino

buona visione 😉

Annunci

Il lato oscuro del pomeriggio pedonale a Trieste. Emozionati e felici, gli automobilisti bloccati e i commercianti autotassati ringraziano le due ELENE.

“sono emozionata, emozionata e felice” dice l’assessore ELENA Marchigiani intervistata dal Piccolo sull’esito dell’esperimento di chiusura al traffico del centro cittadino. Ha ragione, come non emozionarsi difronte alla desertificazione di via Mazzini : dove fossero tutte quelle persone che, a detta dell’amministrazione e di qualche rappresentante di categoria, hanno invaso il centro chiuso sabato pomeriggio se lo sono chiesto in molti, soprattutto i commercianti ! Le foto che pubblichiamo infatti sono state scattate nelle zone interessate dalla pedonalizzazione estemporanea in orari ed in zone diverse ed il risultato è stato sempre lo stesso. (CLICCA SU CONTINUE READING PER PROSEGUIRE LA LETTURA E PER VISIONARE IL VIDEO ESCLUSIVO) Continua a leggere

Mai dire giunta show. Tocca a all’assessore Dapretto, intervistato con ancora il segno del cuscino in testa. Colletta per comperargli una camicia e una giacca?

Nella foto Andrea Dapretto in abito chiaro tra l’ex sindaco Dipiazza e l’ex assessore Massimo Greco

MaiDireGiunta : oggi tocca all’ architetto Andrea Dappretto, assessore comunale ai lavori pubblici della Giunta Cosolini.

L’occhio ancora ristretto e marcato ai margini da un’ombra di sonno inevaso, sommato ad un capello un po’ trendy e un po’ fissato dal cuscino, sembrano indicare che il nostro assessore ai lavori pubblici, con una certa dose di perfidia, sia stato intervistato alle prime luci dell’alba dopo una notte di bagordi (vedi video a fine articolo). In tal caso ce ne compiacciamo per lui, essendo noi del Bollettino estremi cultori della gioia di vivere in tutte le sue espressioni. Immancabile la t-shirt “sbrisa” con la quale il supergiovane Dapretto si presenta anche in Consiglio Comunale: colletta per acquistare una camicia ? No, perchè il nostro Andrea, quando serve, ed evidentemente per il suo Sindaco NON serve, si veste con stile ed eleganza e si fa pure la barba ( vedi foto sopra con ex sindaco Dipiazza ed ex-assessore Massimo Greco ). Abiti a parte, il personaggio è di un certo livello, Continua a leggere

Mai dire giunta (Trieste): “Un ALTRO assessore”. Unica ed inimitabile Pellaschiar. Colletta per pagarle un corso di dizione.

I tre minuti che gli strateghi della comunicazione del Comune di Trieste, con una certa dose di crudeltà hanno deciso di concedere agli assessori, si sta rivelando una fonte inesauribile di comicità. Oggi tocca all’assessore al commercio, tale Elena Pellaschiar. L’inizio è da pelle d’oca, perché il nostro assessore inanella una serie di “soddisfaziOOone” e “collaborazioOOone”‘ la cui metrica ci riconduce alla dizione della trestinità più estrema declinata in un italiano che ci rende riconoscibili ad ogni latitudine del Paese. Siamo poi tutti soddisfatti che, come recita la nostra amministratrice, “la cosa che è andata meglio è la notte bianca”‘ e non intesa come la patologia meglio nota come insonnia. Ma, fermi tutti: il suo impegno profuso in quest’anno è stato dirottato “a rendere più semplice la burocrazia per le imprese” e di ciò certamente tutto il sistema produttivo locale ne avrà tratto un indubbio ed evidente beneficio. L’inizio dell’impegno in giunta? “E’ stato difficile”, confessa l’assessore. E in questo c’è da crederle, visto che come primo atto pensò bene di finanziare un’associazione che aveva sede nel suo negozio e della quale era Presidente fino a poco prima, generando l’attenzione della magistratura, della corte dei conti e dei media locali : ” Soldi comunali all’ associazione dell’ assessore ” ed anche ” Inchiesta della Procura sul caso Pellaschiar ” così titolava Il Piccolo nella calda estate del 2011. “Un’ingenuità” la difese il sindaco con una certa dose di pazienza. Adesso è tutto dimenticato e via con lo spasso. E allora qual è stato il momento più divertente? “Salire sul palco per Carnevale”, che domande…


Ricordandovi che #maidiregiunta proseguirà con altre esilaranti puntate – e che potete rivederle tutte cliccando su MaiDireGiunta nel menù rubriche nella colonna a destra – vi auguriamo Buona Visione:

Avanti con MaiDireGiunta (Trieste). Ass. Omero: “Stiamo facendo i miracoli! ” Tipo quello di tenere chiusi i punti informativi per i turisti a ridosso di ferragosto ? E poi via di supercazzole…

Non sfugge alle forche caudine di Mai dire giunta, che vive di rendita grazie alla fantastica iniziativa del Comune su You Tube, neanche uno degli assessori più preparati e stimati, anche nelle file dell’opposizione, della squadra di Cosolini. Stiamo parlando di Fabio Omero il quale per prima cosa, a differenza di collega Edera, dimostra di conoscere l’italiano declinando correttamente il plurale di rammarico in rammarichi (non rammarici). Ma il vero spettacolo Omero lo offre quando c’è da andare sul fisso, ovvero spiegare al popolo cos’è il progetto Smart Cities in cui é impegnato il Comune: “Riuscire a costruire una rete fra istituzioni per avviare una progettazione integrata allo sviluppo di Trieste”. Semplice no? Nel caso siate un po’ lenti di comprendonio, come noi, l’assessore prova a spiegarsi meglio e qui si va di supercazzola meglio di Tognazzi / Conte Mascetti : “Progettazione integrata significa tenere conto delle indicazioni di Europa 20 20 per uno sviluppo intelligente ed inclusivo”. Praticamente fuochi fatui come se fosse sbirricuda, con la supercazzola prematurata, a destra. (vedi Amici Miei). Gran finale dai toni mistici con la giunta che “sta facendo i miracoli”: certo, tenere chiusi i gazebo informativi per i turisti la settimana di ferragosto è qualcosa che rientra senza dubbio nella sfera del soprannaturale.
Ricordandovi che #maidiregiunta proseguirà con altre esilaranti puntate – e che potete rivederle tutte cliccando su MaiDireGiunta nel menù rubriche nella colonna a destra – vi auguriamo Buona Visione:

A grandissima richiesta continua #MaiDireGiunta (Trieste): avanti con il massacro alla lingua italiana. Oggi tocca all’assessore Famulari.

Dopo l’ottima e apprezzata performance dell’assessore allo sport Emiliano Edera {link} (a proposito chissà come mai il numero delle visualizzazioni della sua intervista su you tube è oltre quattro volte quello del sindaco…) oggi è la volta della sua collega al Sociale Laura Famulari, la quale nella rubrichetta su internet promossa dal Comune appare più disinvolta ed esperta di Edera (tolto opportunamente dai video in primo piano del canale you tube del Comune dopo la pubblicazione sul Bollettino), tanto che guardandola sembra persino di trovarsi di fronte ad una persona competente. Ma proprio quando l’incedere appare ingannevolmente avviato ad una progressione linguisticamente impeccabile, al minuto 2 e 11 arriva la cappellona: un “pur non lo essendolo” che ci richiama al noto “io Tarzan tu Jane” di lontana ed indigena memoria. Sarà stata l’emozione o il gran caldo, fatto sta che anche l’assessore Famulari ci ha regalato il suo attimo di sbandamento nell’uso dell’italiano, impreziosendo così la bacheca del Bollettino che – ve lo diciamo subito – ospiterà ancora altre imperdibili ed autorevoli testimonianze.
Buona Visione!

#maidiregiunta ritornerà con altre entusiasmanti puntate,

PS: non serve che qualcuno perda tempo a cancellare i video da TriesteCity perchè li abbiamo comunque già salvati. 😉

(Potete cliccare MAIDIREGIUNTA nel menù Rubriche nella colonna qui a destra)

Imperdibile! MAI DIRE GIUNTA comunale (Trieste): comincia l’assessore Edera che, ignorando la Triestina e violentando la lingua italiana, ci parla di un anno di amministrazione (?).

Un video di circa tre minuti il cui effetto è esilarante, oltre che imbarazzante. Rammarichi che diventano “rammarici” e l’argomento del disastro della Triestina volutamente censurato. Questi i passaggi imperdibili dell’intervista all’assessore Edera, nell’ambito di un’iniziativa promozionale che coinvolge gli esponenti della giunta comunale di Trieste. La cosa va su youtube e quindi nulla può rimanere impunito, soprattutto in un momento in cui dall’assessore allo sport si vorrebbero sentire le ragioni di un operato che ha portato di fatto la Triestina ad una triste estinzione, perché – con tutto il rispetto – fare l’Eccellenza con il San Luigi e la Gemonese‎ non rientra in un concetto di dignità che la storia e la tradizione alabardata meritano.
Buona visione.

Ps. #maidiregiunta ritornerà con altre esilaranti puntate nei prossimi giorni.

CLICCA SU MAIDIREGIUNTA NEL MENU’ RUBRICHE CHE TROVI NELLA COLONNA A DESTRA .