Archivi tag: chiuso

PianoNeve. I tempi del Comune di Trieste: giardino pubblico chiuso per neve anche senza neve.

20121214-184846.jpg

E’ passata una settimana dalla nevicata. Nel frattempo è uscito il sole, le temperature si sono alzate e la neve si è sciolta. Non dappertutto però. Per qualche motivo che sarà studiato dagli esperti della NASA il giardino pubblico di via Giulia evidentemente gode di un microclima particolare, dal momento che il Comune lo sta tenendo ancora chiuso al pubblico, con tanto di cartello ritraente uno, anzi due fiocchi di neve. Da sette giorni quindi sono rimasti al palo gli appassionati di jogging, i pensionati con il giornale sottobraccio, gli studenti che ripassano gli appunti delle lezioni e i genitori con i bambini stanzianti nell’apposito parco giochi. ACHTUNG LAWINENGEFAHR ! Non si passa, cancelli chiusi, pericolo slavine (?), il parco è inagibile e, teoria del microclima a parte, ad una settimana dalla nevicata, la serrata desta non poche perplessità. Forse in Comune di Trieste si sono dimenticati dell’esistenza del giardino, come ci suggerisce il lettore che ci ha spedito la foto soprastante. In attesa della sua apertura, in osservanza al rito cosoliniano, non mancheremo comunque di attribuire le colpe di questa ennesima disfunzione all’amministrazione precedente…

Annunci

11 giugno 2012 : Il Bollettino chiude ….

Il bollettino chiude….

Solo per oggi, tranquilli 😉
La solita seduta del consiglio comunale del lunedì è stata annullata per il concerto di Springsteen. Anche noi allora Continua a leggere

Massaggi cinesi: più che curare il colpo della strega, si offrivano mani di fata

Viste le cinesine in minigonna, che uscivano dai centri messaggi dalle vetrine foderate di rosa, diciamo che era in qualche modo intuibile una certa estensione dell’area corporea soggetta alla manipolazione riabilitativa. Anche gli orari di chiusura erano indice di un’attività rivolta anche a chi, invece di curare i colpi della strega, in realtà cercava qualche sapiente mano di fata. Su questo bel mondo dagli occhi a mandorla, che in pochi mesi ha invaso la città con diversi locali, è calata la scure della legge. Controlli, chiusure e denunce. Ad onor di una certa cura dell’igiene e della prevenzione va detto che, fra i corpi del reato, si annotano confezioni industriali di preservativi, a dimostrazione che certi luoghi comuni su una certa anarchia nei luoghi di lavoro gestiti dagli orientali sono privi di fondamento. Finita la pacchia per i pensionati in cerca di emozioni con le cinesine bonsai? Mica tanto, perché saranno state bonsai nelle dimensioni, ma i prezzi, stando alle cronache, arrivavano come minimo al centino per allargare la sfera della prestazione ai tocchi proibiti. Cento Euri, in tempi di rigore montiano, in teoria sarebbero un bel salasso. E invece, la generazione dei “muloni col ciodo in testa”, quella che non molla mai il colpo, timbrava in massa il cartellino delle presenze ai vari centri Cin Ciun Cian: professionisti, impiegati, trapoleri, pensionati che nonostante la botta dell’Imu prossima a venire, hanno preferito VENIRE PRIMA… dell’Imu.   

(a proposito di chinagirls… clicca qui per il nostro precedente articolo sull’argomento)

SABATO PREVISTO CALDO E SOLE: ALLARME CHIUSURA SCUOLE

Allarme rosso in Comune: sabato è previsto sole che spacca le pietre e temperature sopra i 15 gradi. Vista quindi l’uscita repentina dall’era glaciale e i traumi che potrebbero scaturire nella popolazione per questo sbalzo climatico scatta l’allerta per le chiusura delle scuole.
Una decisione cautelativa che sarebbe ancora in sospeso, visto che le previsioni dell’Osmer, del Nautico e dell’Aeronautica verranno raffrontate con quelle del Divino Otelma. Per il week end non buone previsioni anche per i livelli di smog: nel caso si superassero i limiti pare che l’ordinanza sarà esecutiva per i primi 30 minuti, poi se in tempo reale viene rilevato un miglioramento, per chi non è collegato a Twitter o a facebook e non è amico del Sindaco, la comunicazione del ritiro del divieto di circolazione verrà affidata agli indiani che mettono la pubblicità nelle cassette delle poste.

LA SCELTA DI COMMODO:

clicca per scoprire qual’è stata la scelta dell’imperatore di questa settimana, chi avrà deciso di salvare ???
leggi tutto >> Continua a leggere