Archivi tag: giunta comunale

Grandi novità per il Tram di Trieste, fermo ormai da un anno…

20140206_tram anfibio trieste

Grandi novità nella Trieste che torna grande! Il tram Trieste-Opicina, fermo ormai da più di un anno, giungerà fino alle rive. Quando, come, e soprattutto con quali soldi ? Dettagli.
L’importante è annunciare grandi progetti per creare un cortina fumogena sul vuoto cosmico che caratterizza l’azione concreta sul territorio della sinistra di governo del capoluogo giuliano. E così, in attesa di altri folgoranti annunci della Giunta Comunale, suggeriamo di dotare il nuovo tram di un sistema di Continua a leggere

Annunci

A Trieste tolgono il cibo bio ai bambini. E tagliare qualche “indispensabile” consulenza esterna ?

foto grande: sindaco Cosolini e assessore Famulari. Foto piccola : Sindaco Cosolini e assessore competente Antonella Grim.

foto grande: sindaco Cosolini e assessore Famulari. Foto piccola : Sindaco Cosolini e assessore competente Antonella Grim.

Via il cibo biologico dalle mense scolastiche con prospettive future ben compattate da un “speriamo che sia una soluzione temporanea” pronunciato a mezzo stampa dall’assessore competente Antonella Grim (PD) del Comune di Trieste. Tralasciando la fine in rima baciata che un detto popolare attribuisce a chi vive sperando, è stata decisamente una sorpresa leggere che una giunta comunale di sinistra, in teoria e a parole sensibile alle Continua a leggere

Twitter cabaret : l’inaugurazione formato Smart dello stadio Grezar di Trieste non rimane impunita.

20130228-195942.jpg

Era inevitabile che l’anomala “inaugurazione” dello stadio Grezar di Trieste, definita simpaticamente “inaugurazione burletta” da un autorevole utente del social network Twitter, non generasse qualche ironia.
Sì perchè un’apertura così monca ( non sono usufruibili nè Continua a leggere

ciao Maurizio. Il nostro videosaluto al dimissionario assessore Consoli.

001 bollettino

buona visione 😉

Abolito il Natale a Trieste. L’assessore Pellaschiar applica la Sharia della Giunta Cosolini e manda al macello il presepe vivente.


Se lo sono chiesti in molti quale poteva essere il senso della presenza dell’assessore Pellaschiar nella giunta comunale. Dietrologie di diverso tipo avevano provato ad individuare lo sponsor politico di questa commerciante di San Giacomo, che in campagna elettorale sembra non aver nascosto la propria simpatia per Franco Bandelli. Di lei, fino a l’altroieri si poteva ricordare solo la brillante delibera con la quale attribuì un contributo all’associazione che aveva sede nel suo negozio.  “L’ingenuitá”, così bollata da quel sant’uomo del sindaco, costò un’indagine della Procura e della Corte dei Conti nonchè una discreta figura di guano sulla stampa. Poi sull’assessore al commercio calò il silenzio, a parte un esilarante video messo incautamente dal Comune sul web ( prontamente ripreso dal Bollettino nella seguitissima rubrica MaiDireGiunta ) dove la Pellaschiar elenca con un certo stile i suoi successi (!) in questo primo anno di governo. Questo fino a due giorni fa, ovvero fino al momento in cui Continua a leggere

La sinistra di Marrazzo e di Lusi fa la morale a Miss Topolini (foto). Il Comune snobba e boicotta la popolare manifestazione di successo dell’estate triestina.

Clicca per Ingrandire

Li conosciamo. Fosse per loro invece di goderci la vita dovremmo andare a letto presto a leggere Kant, non prima di esserci sciroppati la corazzata Potionkin. Loro vorrebbero educarci. Adesso che in Comune sono al potere le direttive sono modulate a questo ordine: il popolo non deve godere, se non come e quando vogliamo noi. Sia chiaro, anche a sinistra i richiami alla bella vita e alle tentazioni della carne mietono vittime, vedi il povero Marrazzo, il quale passava il tempo con voluminosi trans d’importazione, oppure il già dimenticato Lusi, che da bravo ex scout comprava ville faraoiniche e organizzava feste mirabolanti con i soldi del finanziamento pubblico. Questo però sta sotto il tappeto. Sopra invece c’è lo snobismo e il manifesto distacco dalle pulsioni plebee. Ecco quindi che uno dei meglio riusciti eventi popolari degli ultimi anni, Miss Topolini, è inevitabilmente caduto sotto la scure talebana degli ayatollah municipali: sfrattati da piazza Unità, niente patrocinio e, ovviamente, nessuna presenza della giunta alla serata nonostante gli inviti. (chissà poi se si sono degnati almeno di rispondere …) Ma delle loro invettive la gente se ne è ampiamente sbattuta, riempendo in ogni ordine di posti il teatro Rossetti, concesso grazie al fatto che il Signor sindaco non era ancora stato nominato commissario. Non a caso, a manifestazione conclusa, non sarebbero mancati gli strali via telefonica delle guardie rosse municipali ai vertici dello Stabile, rei di aver affittato (a pagamento, che di questi tempi…) palco e platea ad un concorso di bellezza. Il Bollettino, rigorosamente a fianco della libertà, fintanto che non saremo costretti per regolamento comunale ad andare agli spettacoli del Miela, mantiene vive certe sane pulsioni estetiche e offre un veloce scorcio fotografico sulle giovani bellezze triestine che hanno sfilato sabato sera, non senza qualche presenza con grossa sorpresa

( cliccate sulla foto per ingrandire e guardare meglio tutte le miss )

A grandissima richiesta continua #MaiDireGiunta (Trieste): avanti con il massacro alla lingua italiana. Oggi tocca all’assessore Famulari.

Dopo l’ottima e apprezzata performance dell’assessore allo sport Emiliano Edera {link} (a proposito chissà come mai il numero delle visualizzazioni della sua intervista su you tube è oltre quattro volte quello del sindaco…) oggi è la volta della sua collega al Sociale Laura Famulari, la quale nella rubrichetta su internet promossa dal Comune appare più disinvolta ed esperta di Edera (tolto opportunamente dai video in primo piano del canale you tube del Comune dopo la pubblicazione sul Bollettino), tanto che guardandola sembra persino di trovarsi di fronte ad una persona competente. Ma proprio quando l’incedere appare ingannevolmente avviato ad una progressione linguisticamente impeccabile, al minuto 2 e 11 arriva la cappellona: un “pur non lo essendolo” che ci richiama al noto “io Tarzan tu Jane” di lontana ed indigena memoria. Sarà stata l’emozione o il gran caldo, fatto sta che anche l’assessore Famulari ci ha regalato il suo attimo di sbandamento nell’uso dell’italiano, impreziosendo così la bacheca del Bollettino che – ve lo diciamo subito – ospiterà ancora altre imperdibili ed autorevoli testimonianze.
Buona Visione!

#maidiregiunta ritornerà con altre entusiasmanti puntate,

PS: non serve che qualcuno perda tempo a cancellare i video da TriesteCity perchè li abbiamo comunque già salvati. 😉

(Potete cliccare MAIDIREGIUNTA nel menù Rubriche nella colonna qui a destra)

Imperdibile! MAI DIRE GIUNTA comunale (Trieste): comincia l’assessore Edera che, ignorando la Triestina e violentando la lingua italiana, ci parla di un anno di amministrazione (?).

Un video di circa tre minuti il cui effetto è esilarante, oltre che imbarazzante. Rammarichi che diventano “rammarici” e l’argomento del disastro della Triestina volutamente censurato. Questi i passaggi imperdibili dell’intervista all’assessore Edera, nell’ambito di un’iniziativa promozionale che coinvolge gli esponenti della giunta comunale di Trieste. La cosa va su youtube e quindi nulla può rimanere impunito, soprattutto in un momento in cui dall’assessore allo sport si vorrebbero sentire le ragioni di un operato che ha portato di fatto la Triestina ad una triste estinzione, perché – con tutto il rispetto – fare l’Eccellenza con il San Luigi e la Gemonese‎ non rientra in un concetto di dignità che la storia e la tradizione alabardata meritano.
Buona visione.

Ps. #maidiregiunta ritornerà con altre esilaranti puntate nei prossimi giorni.

CLICCA SU MAIDIREGIUNTA NEL MENU’ RUBRICHE CHE TROVI NELLA COLONNA A DESTRA .