Archivi tag: protezione civile

Trekking a Muggia con il caterpillar: l’avanzata delle ruspe che ricorda tanto il “desert-storm” di Val Rosandra. Intervento concordato con il Comune già l’anno scorso.

Apprendiamo dai social network e dalle prime indiscrezioni pubblicate sulle pagine web di alcuni organi di stampa locali che, sulle colline che sovrastano Muggia e Lazzaretto si è perpetrato un altro scempio nei confronti dell’ambiente e della vegetazione. Uno scempio che ha rievocato nella mente di tutti la questione della Val Rosandra.
Come si può vedere dalle foto, infatti, alcune ruspe di una ditta (che Il Piccolo individua nella Bombardier Srl ) hanno allargato e sventrato a colpi di pala meccanica il sentiero che sale dal mare verso le alture di Chiampore e che ridiscende poi verso Lazzaretto.
Il tutto sembra per motivi di sicurezza, nello specifico per consentire l’accesso alle aree boschive ai mezzi di soccorso ed alle autocisterne in caso di incendio della vegetazione. 
La polemica monta sul web: facile per alcuni scaricare tutto sulla Protezione Civile che avrebbe commissionato alla ditta di cui sopra tale intervento, ci sono altri però, come ad esempio il consigliere comunale muggesano Grizon, che ricordano come l’azione dei caterpillar sia stata concordata proprio con il Comune di Muggia quasi un anno fa, facendo intendere forse una qualche corresponsabilità anche dell’ amministrazione comunale muggesana.
Ultima nota di cronaca sulla faccenda:  la “folle” corsa del sindaco Nesladek intervenuto quasi prontamente sul posto per interrompere i lavori … peccato che all’arrivo del primo cittadino il disboscamento fosse già terminato.
Cercando quindi di dare un filo conduttore a tutta la vicenda, dalle notizie fin’ora pubblicate, possiamo solo osservare come curiosamente la medesima amministrazione comunale prima concorda l’entrata in campo delle ruspe poi – a lavoro ormai finito – si precipita sul “luogo del misfatto” per bloccare le stesse ruspe alle quali mesi prima aveva dato il via libera.
Crediamo ad ogni modo che sul caso saranno opportuni ulteriori approfondimenti, nonché una verifica di quanto fin’ora abbiamo potuto apprendere dal variegato modo di internet.
L’ unica cosa certa è che dove prima si passeggiava con le pedule e il bastone ora si sale con l’autocisterna….

(link all’articolo di Grizon – clicca qui)

(articolo di Gino KIO – redazione bollettino ts)

Annunci

Val Rosandra (2). Atti secretati dal Comune di San Dorligo. Confermata la pista aliena: questo monolite testimonierebbe un’invasione extraterrestre in atto.

(clicca qui per il nostro reportage precedente, con gli antefatti della vicenda)

La clamorosa svolta del segreto di Stato imposto dal sindaco di San Dorligo sull’incartamento relativo all’operazione della Protezione civile in Val Rosandra non ha ancora esaurito il suo impatto nella pubblica opinione mondiale che il Bollettino propone un altro clamoroso scoop. La gola profonda del Municipio di San Dorligo, questa volta da noi incontrata nel reparto delle slot machine del minicasinò di Sesana, fra un bicchiere di Fructal e venti Euro buttati via alle macchinette, ci ha consegnato dell’altro materiale a dir poco scottante. In particolare c’è una foto scattata in quella famosa domenica che lascia pochi dubbi. Continua a leggere

Val Rosandra: clamoroso a San Dorligo, le prove dell’esistenza degli alieni dietro il top secret del Comune sugli atti dell’operazione della protezione civile.

Il sorprendente TOP SECRET messo dal Sindaco di San Dorligo alla documentazione sull’operazione della Protezione civile ha stupito un’opinione pubblica abituata a sentire spesso, specialmente da sinistra, parole come partecipazione e trasparenza. Parole però in questa occasione smentite da una chiusura che in realtà nasconderebbe ben altri segreti, la cui ricaduta avrebbe dei risvolti per l’intera umanità. Una gola profonda del Municipio di San Dorligo, incontrata nel parcheggio per camionisti di Rabuiese ci ha rivelato nomi, date e foto esclusive che pubblichiamo. Una serie di testimonianze senza precedenti che testimonierebbero la comparsa degli Ufo a San Dorligo della Valle avvenuta nel lontano 4 agosto del 1972. L’incartamento è confuso ma riferisce di una vera battaglia spaziale all’alba di quel giorno nel cielo di Bagnoli, conclusasi con l’abbattimento di un’astronave aliena (foto) poi caduta rovinosamente sul Terminal Petroli SIOT di Dolina. La disinformazione attuata dai servizi segreti deviati del Comune di San Dorligo, in collaborazione con elementi dell’Udba (polizia politica yugoslava), hanno poi messo in scena per i media la rappresentazione dell’attentato compiuto dai terroristi palestinesi di Settembre Nero. In realtà da allora nell’area bunker costruita Continua a leggere

Viva la libertà: circoscritta perturbazione di insulti, ingiurie, offese e minacce al Bollettino. Su Ciriani marziano gli animi caldi non si trattengono. E qualcuno vede persino le svastiche…

Certo, la democrazia e il confronto di opinioni è un esercizio complicato quando gli animi sono caldi e non tutti sono disposti ad accettare il dialogo facendo ricorso alla ragione. Quindi niente di strano se nella tonnara dei commenti al nostro post sul Ciriani marziano con le palle (dove abbiamo riconosciuto all’assessore la coerenza, senza difendere nello specifico l’operazione della Protezione civile) siano seguiti da parte di alcuni una sfilza di offese, ingiurie e persino richieste di intervento della Polizia Postale. Qualcuno ha riconosciuto addirittura una svastica (ragazzi ma che prendete alla mattina?) sulla nostra testata, quando altro non c’è se Continua a leggere