Archivi tag: ressani

In arrivo le nuove vetture del tram di Trieste. Saranno di colore rosso.

20140416_tram rossoSulla data esatta di riapertura della linea del tram che collega Trieste con Opicina non ci sono ancora certezze anche se, come più volte assicurato dal sindaco, i lavori dovrebbero terminare a breve.Quello che invece sembra ormai appurato è il nuovo colore delle vetture della linea tramviaria: ROSSOGià nelle scorse settimane giravano voci in merito alla scelta di riverniciare i tram della Trieste/Opicina, ma dopo la foto scattata questa mattina nei pressi dell’Obelisco non vi sono più dubbi. Un grosso elicottero dell’aviazione militare ha infatti provveduto al trasporto a Trieste delle nuove vetture del tram appena riverniciate negli stabilimenti specializzati di Buzet (Slovenia).
Evitiamo le solite polemiche “ – sembra aver dichiarato il Sindaco di Trieste Cosolini quando è stato chiesto il motivo della scelta del nuovo colore. Un appello tuttavia caduto del vuoto. Esultano infatti i rappresentanti locali dell’ ANPI che, presi da un eccesso di entusiasmo, chiedono anche l’intitolazione della stazione di Opicina al maresciallo Tito.
R
osso come il sangue morlacco “ ha chiosato invece un reduce della RSI esibendo la bottiglia di Cherry Brandy della Luxardo con la dedica del Vate ( “il liquore cupo che alla mensa di Fiume chiamavo sangue morlacco”, G. D’Annunzio ). Ma, a prescindere dalle boutade dei soliti noti, possiamo confermare che l’inaugurazione della nuova vettura rossa del tram si terrà alla presenza dello scrittore Boris Pahor. Dopo gli interventi delle più importanti autorità locali ( Cosolini, Serracchiani, BassaPoropat e Giancarlo Ressani ) si esibirà con alcuni canti popolari il coro partigiano triestino Pinko Tomazic. In scaletta anche la versione in lingua slovena de “El Tram de Opcina” e “VivaLà ePoBon”.

Sito Primarie parlamento del Pd : il Friuli senza la Venezia Giulia, sloveni snobbati di brutto e il seggio in pizzeria.

primarie parlamento PD senza venezia giulia

Che le primarie/parlamentarie del PD siano un accanimento terapeutico su un destino già segnato, almeno a Trieste, è ormai provato in maniera oggettiva, vista la distanza siderale in termini di consenso che separa il gruppo degli onorevoli uscenti dai pressoché sconosciuti novizi (vedi nostro articolo di ieri, link sotto). In questo senso dà di certo più soddisfazione buttare l’occhio sul sitoweb deputato a rilasciare informazioni sulla simpatica competizione interna al Partito Democratico. A tal riguardo il primo appunto lo annotiamo su un argomento che inonda puntualmente la rubrica segnalazioni del Piccolo: Il Friuli senza la Venezia Giulia. Basta scorrere infatti con il mouse sopra la cartina dell’Italia e invece del nome completo della nostra Regione apparirà la scritta Friuli, anche se la candidata democratica Serracchiani ambisce diventare presidente di tutta la Regione.

PARLAMENTARIE PD ALLEGATI

clicca per ingrandire

Diamo poi un’occhiata ai seggi previsti nei comuni e scopriamo così che il riconoscimento di comune bilingue viene dato solo a San Dorligo-Dolina; gli altri, ovvero Duino Aurisina, Monrupino e Sgonico non riportano il loro corrispettivo in lingua slovena. Che si tratti di una risposta subliminale all’Unione Slovena che minaccia di traslocare nella lista di Centro di Fini, Casini e Monti? Nota di colore infine sulla logistica di una sezione elettorale prevista all’interno della pizzeria La Bita, località Santa Croce. In tal modo gli spiriti più indipendenti e trasgressivi (per i parametri del PD) potranno realizzare lo schema che prevede quanto segue: voto, margherita, birretta, tiramisù, sorbetto e rutto libero.

clicca qui per il nostro articolo sulle primarie Pd : “Ti Piace Vincere Facile ?”

Primarie Pd in versione ti piace vincere facile: Per non rischiare l’avversario di Rosato lo pescano in circoscrizione…

ROSATO VINCE FACILE

Nulla è lasciato al caso in queste primarie/parlamentarie che dovranno scegliere i candidati del Partito Democratico alle prossime elezioni politiche. È figuriamoci se non sono stati appositamente selezionati gli avversari dei Mammasantissima che puntano alla rielezione. Il criterio è quello del vincere facile e quindi si si pesca nel fantastico mondo delle circoscrizioni, popolato da volonterosi carneadi la cui fama supera a fatica il portone del condominio. È così che un vecchio ras del partito come l’onorevole Rosato del PD (ex presidente del consiglio comunale, ex candidato alla presidenza della provincia, ex consigliere regionale, ex candidato sindaco, ex sottosegretario di stato, attualmente parlamentare della Repubblica) potrà dormire sonni tranquilli senza alcun ausilio chimico. Perché a contrastare la sua rielezione è stato scelto Giancarlo Ressani, consigliere nel parlamentino rionale di Gretta (Trieste). Due numeri a confronto per rendere l’idea della passeggiata di salute che attende Rosato: 3293 le preferenze prese da quest’ultimo alle regionali del 2003, contro le 73 del carneade Ressani alle ultime circoscrizionali. Brasile contro Isole Far Oer sarebbe una sfida più incerta, anche perché Ressani in consiglio rionale non sembra aver dato prova di grande carisma o personalità, dal momento che da capogruppo si è fatto filar via ben due consiglieri del suo partito – uno dei quali il noto e attivissimo Tommasoni – che, stracciata la tessera del Partitone Democratico sono passati al gruppo misto. Per lui comunque da registrare il vigoroso endorsement di un prestigioso reduce della prima repubblica, era pre-tangentopoli, come l’avvocato Gianfranco Carbone, ai tempi d’oro di Craxi vicepresidente della Regione, oggi esondante opinionista su facebook. Difficile onestamente, con tutta la simpatia per il vecchio Carbone, che questo sostegno faccia venire la cagarella al gigante Rosato, ben comodo sul suo solido letto di preferenze e pronto ad entrare (sottosegretariato compreso) per quarta volta in Parlamento.
Ti piace vincere facile ? Bonci bonci bonci bon !

CLICCA QUI PER L’ESCLUSIVO ARTICOLO SUGLI ERRORI DEL PD SUL SITO DELLE PRIMARIE