Archivi tag: sindaco

Scoperto su facebook il sosia del Sindaco di Trieste Cosolini.

20140325_cosolinio e il suo sosia
Ebbene sì, quando in varie occasioni avevamo evidenziato la passione per la gastronomia del Sindaco Cosolini non sbagliavamo. Guardate infatti quanto assomiglia il primo cittadino di Trieste al critico enogastronomico Andrea Grignaffini . E’ apparsa infatti su una pagina facebook la foto del noto esperto di cucina con la domanda “ a chi assomiglia ? “ (link). Fatto salvo per i capelli alla Branduardi ( o alla Grillo, come ha correttamente fatto notare qualcuno tra i commenti alla foto ) i due sembrano “separati dalla nascita”, sia per lineamenti del viso che per l’imponenza della corporatura.  Insomma, se Trieste non sta tornando grande non ci resta che puntare tutto sulla gastronomia. In attesa che si muova il tram di Opicina, che riaprano il Faro della Vittoria e il sentiero Rilke e che ripartano economia e occupazione, ci facciamo un bel piatto di bollito con le patate in tecia e “ cren da lacrima “. Prosit!

“shitstorm” sul sindaco Cosolini ma la responsabilità sulla Ferriera è anche della Serracchiani.

image

Il video delle Iene sullo stabilimento siderurgico triestino e l’intervista finale al Sindaco Cosolini ha sollevato quella che qualcuno ha abilmente definito senza mezzi termini una vera e propria Shitstorm sul web contro l’amministrazione della città e contro l’operato del Primo Cittadino.
Ma, come nelle classiche tempeste di sabbia, anche nella suddetta tempesta di guano si è perso l’orientamento. Tutti, o quasi, hanno colpito il bersaglio più visibile dimenticando che la responsabilità per il rilascio dell’ Autorizzazione Integrata Ambientale è di competenza della Regione Fvg e non del Comune. Ben consapevole di tutto questo, la presidente Serracchiani si è ben guardata da farsi avvicinare dalle Iene nonostante quel giorno in regione ci fosse anche lei. Un Cosolini vittima sacrificale di una presidente scaltra e sempre pronta ad apparire sui media per onori, ma defilata dagli stessi quando si tratta di oneri : sulla Ferriera la Serracchiani ha mandato avanti l’artiglieria “pesante” rintanandosi in qualche stanza del palazzo. La prossima volta magari le Iene potrebbero azzannare anche il boccone sicuramente più piccolo in quanto a stazza, ma indubbiamente più succulento.

Scoop! Ecco il “pizzino” di Matteo Renzi inviato al Sindaco di Trieste Cosolini.

20140226_pizzino renzi cosolini

E’ un altro di quei colpi che simboleggiano la complicata fase politica che il Paese sta attraversando. Dai banchi del Governo, in particolare da quello del Capo di Governo, partono pizzini come se piovesse. Ha fatto storia quello inviato al grillino Di Maio, pubblicato poi sul web dallo stesso esponente dei 5 Stelle. Ma oggi il Bollettino fa un passo in avanti: siamo venuti in possesso di un altro pizzino partito dallo scranno del Presidenza del Consiglio, firmato Matteo Renzi, e inviato al sindaco Cosolini, il dominus del città di Trieste che vuole allargare il suo potere agli ultimi enti da lui non controllati: Porto e Camera di Commercio. Ma Renzi come noto vuole bruciare i tempi e quindi chiede conto al Sindaco sullo stato dell’arte. I termini del messaggio sono chiari: nomi e cognomi che scalpitano per spodestare i non allineati Monassi e Paoletti.
Caro Roberto….

Sindaco Cosolini : “voglio le dimissioni del Pres. Bettio. Blocca lo sviluppo di Trieste”

20140218_dimissioni di BettioCronache dal futuro. Ce le invia in esclusiva un navigatore del tempo d’eccezione: il consigliere comunale triestino di opposizione eletto nel Pdl e ora in Fratelli d’Italia, Claudio Giacomelli. Lui vede lontano e arriva al 2015. Ecco la pagina dell’ANSA datata 18 febbraio 2015, ovvero quello che accadrà fra poco più di un anno a Trieste: una città ancora bloccata dai poteri oscuri che bloccano l’operato delle amministrazioni locali.
“COSOLINI CHIEDE LE DIMISSIONI DEL PRESIDENTE DELLA SETTIMA CIRCOSCRIZIONE: È LUI CHE BLOCCA LO SVILUPPO DELLA CITTÀ! “
Alla fine non ce l’ha fatta. Esausto dagli indici economici negativi e dal malcontento diffuso in città il sindaco ha Continua a leggere

il Sindaco di Trieste cerca un nuovo lavoro … ;)

20131112_cosolini cerca lavoro come musicista

Essendo molto incerto il destino che lo attende tra due anni, quando ci saranno le prossime elezioni comunali, il sindaco di Trieste cerca nuovi sbocchi professionali nell’eventualià di una sua non riconferma o peggio, non ricandidatura, alla guida del Comune. Detto questo però si registrano alcune pregiudiziali di tipo strutturale per le quali al momento non sembra esserci soluzione. Ecco in esclusiva quindi, nella foto, il dialogo afferente al primo tentativo fatto dal Sindaco, uscente.

Luttazzi snobbato dalla sua Trieste. Parla la moglie di Lelio e accusa: “il comune mi ha illuso e poi mi ha sbattuto la porta in faccia”

20131031_Luttazzi snobbato dalla sinistra a Trieste

Nelle periferiche pagine della cultura, annebbiate dietro un titolo dedicato alla mostra che viene allestita a Roma, trova spazio sul Piccolo di due giorni fà un’ intervista alla vedova del grande Lelio Luttazzi, artista epocale che scelse di trascorrere l’ultima parte della sua vita a Trieste. Città dove nacque e dalla quale nel dopoguerra partì per sviluppare il suo talento musicale. Ora, siccome magari non proprio tutti passano in quelle zone nella lettura del giornale, ci permettiamo di riprodurre una parte dell’intervista, dalla quale emerge anche un particolare curioso. Luttazzi, uomo di sinistra, è stato snobbato proprio da un’amministrazione comunale che in linea ideale avrebbe dovuto essergli più affine. Evidentemente l’assessore alla Cultura, Nonno Miracco, veneziano, non ha trovato interesse a conservare e valorizzare il ricordo del triestino Lelio Luttazzi. Buona lettura : Continua a leggere

Piazza Unità d’Italia, Trieste, in versione LASKO PIVO : sindaco e assessore ai ferri corti.

BEVO LASKO FINCHE CASCO
Piazza Unità d’Italia ? Il salotto buono di Trieste che non potrà più essere violato da qualsivoglia manifestazione che ne lordi il suo prestigio. Così, più o meno, si espressero gli attuali reggitori del Comune del capoluogo giuliano due anni fa, quando assursero al potere grazie ad uno dei frequenti harakiri del centrodestra. Certo, piazza Unità come la piazza Rossa di staliniana memoria: inviolabile. Niente zumpapà zumpapà delle bande, né concorsi di miss. La normalizzazione culturale della sinistra non perdona e non fa prigionieri. Eppure c’è una caciara, un’atmosfera da sagra di periferia, che al sindaco di Trieste piace: è quella prodotta dal chiosco, anzi dai chioschi, della Lasko Pivo, presenti proprio nel Continua a leggere

Sindaco di Trieste scopritore d’osterie. I consigli di Cosolini Gran Gourmet. Seconda puntata.

gran gourmet ottobre 2013

Il bollito. Niente a che fare con il momento politico legato al gradimento della gente nei confronti di chi guida l’ammnistrazione comunale. Stiamo parlando di cucina. O meglio di un esperto di cucina, o almeno così si è rivelato essere il Signor Sindaco di Trieste su facebook, salvo poi, vista la raffica di commenti non proprio amichevoli (insultometro a mille), ritirare il suo post. Post che invece noi vi proponiamo, perché il nostro Primo cittadino ha ancora una volta dimostrato di apprezzare la buona tavola rivestendo il Continua a leggere

Report di mandato: il Sindaco di Trieste illustra i risultati ottenuti in due anni – VIDEO –

report di mandato 2013

Report di mandato. Ovvero un riassunto di quanto fatto dalla Giunta Comunale di CentroSinistra che amministra Trieste da circa due anni e mezzo. Una serie di incontri pubblici in cui tra slide, video e supercazzole di assessori e sindaco si è cercato di illustrare ai Triestini cos’è stato fatto di concreto affinchè la città TORNI GRANDE ….
Ma la vera e propria conferenza sul report di mandato del Sindaco Cosolini si è tenuta a Pyongyang, nella rossa NordCorea del CaroLeader. Ecco quindi in esclusiva il video del discorso del Compagno Primo Cittadino.
NB: Il collegamento satellitare ha sfasato leggermente l’audio dalle immagini, ma per il resto è tutto chiaro. Buona visione e buon ascolto.

Esclusivo fuori onda del Sindaco di Trieste : “ chiudiamo il Porto e la Ferriera “

cosolini fuori onda

Alla volte girano le staffe. Provate a fare il Sindaco di Trieste per un due anni e vedrete che prima o dopo la pentola scoppia. Non gradite dal primo cittadino le paginate di giornale dedicate alle polemiche sulla chiusura invernale dello stabilimento balneare triestino “Pedocin” ( Bagno alla Lanterna ). Eccolo allora il Sindaco Cosolini, in questo breve filmato fuori onda, che non resiste al sarcasmo, accostando la gravità della chiusura del bagno alla Lanterna a quella della Ferriera o del Porto.
La stizza e lo sguardo vagamente irretito valgono ancora più delle parole.
E “ per l’amor di Dio “ … no nervi, però. 😉

(il fuori onda è stato pubblicato su youtube da TriesteOggi.tv )