Archivi tag: soldi pubblici

Giro d’Italia a Trieste: prevista l’asfaltatura della pineta di Barcola.

20140527_barcola asfalto

Proseguono incessanti i lavori a Trieste in vista dell’arrivo del Giro d’Italia. Dopo il rifacimento del manto stradale delle vie interessate dal passaggio della prestigiosa competizione ciclistica la Giunta Cosolini sta valutando di utilizzare l’asfalto in eccesso per altri nobili scopi. Un errore di calcolo sulla quantità di bitume necessaria al riordino delle strade cittadine sulle quali sfrecceranno i ciclisti ha portato infatti ad un cospicuo avanzo di ghiaia, cemento e catrame.  (Attualmente il materiale è stoccato negli scantinati del Museo Revoltella). 
Vista l’impossibilità di falciare l’erba per colpa del patto di stabilità – sembra aver affermato l’attento assessore ai lavori pubblici di Trieste – stiamo valutando di utilizzare i materiali in eccesso per asfaltare completamente l’area della pineta di Barcola con un evidente risparmio per le casse comunali. Non dovremo più spendere nemmeno un euro infatti per la manutenzione del verde pubblico in quella zona.” Altre voci che giungono da Palazzo Cheba prospettano anche una parziale riconversione della Pineta, una volta asfaltata, destinando un’ area a parcheggio a pagamento per automobili. Il Comune di Trieste sta predisponendo una convenzione d’intesa con il Governo nazionale per consentire ai beneficiari degli ottanta euro mensili promessi da Matteo Renzi di rinunciare a tale accredito in cambio di un abbonamento trimestrale gratuito per la sosta del proprio veicolo nel nuovo parcheggio a pagamento che verrebbe realizzato su parte della pineta di Barcola.

Presto anche a Trieste “WCSocial” : la nuova App con cui trovare sempre una tazza disponibile… (Video)

20140404_airwc

Sembra che il social media team del Comune stia operando per rendere operativa anche a Trieste la nuovissima App “AirW&C” di cui ne ha dato pronta notizia anche il quotidiano Il Gazzettino qualche giorno fa. Per sapere esattamente di cosa si tratta vi invitiamo a visionare il video esplicativo che riportiamo qui sotto. Rumors di corridoio dicono che l’App della tazza smart sia piaciuta moltissimo all’amministrazione locale che si sta attivando per predisporre un corso di formazione dei dipendenti comunali finalizzato all’utilizzo di questa applicazione . Da alcune riservate indiscrezioni però, sembra che TCD ( la società che si occupa di web partecipata del Comune ) interpellata dalla Giunta per questo compito, non sia in grado di fornire un adeguato servizio di formazione su questo argomento così tecnico.
non me la sento “ – pare abbia dichiarato il presidente di Tcd mentre beveva una tisana alle prugne . Ma siamo certi che nuove e valide professionalità specializzate verranno individuate tramite bando di concorso ad evidenza pubblica o magari con incarico diretto dopo adeguata indagine di mercato.
L’ app per ora è disponibile solo in italiano ma ben presto, ci dicono fonti accreditate che vogliono rimanere anonime, sarà fruibile anche in …. Russo.

 

link al gazzettino 

Jobs Act del Senatore Russo (PD): incarichi del Comune a cognato e sorella.

20140303_sorella e cognato di russoIL
Non è un accanimento, perché la colpa non può essere di chi ricerca e riporta le notizie. Ma quella del Senatore democratico Francesco Russo, ex segretario del Pd, e i rapporti fra i suoi familiari e il Comune di Trieste, retto dal partito medesimo, pare essere una questione che, dopo il COGNATO, vede coinvolta la di lui sorella. Già il fatto che all’ingegner Rosato (cognato del Senatore) il Comune avesse conferito una consulenza sulla Ferriera non parve proprio il massimo dell’opportunità, anche perché il suddetto parente risultava rinviato a giudizio per danno ambientale proprio sulla vicenda dello stabilimento siderurgico di Trieste. Uno smacco indigeribile per i locali guardiani delle rettitudine alberganti a sinistra, che però nell’occasione tacquero, o abbaiarono a vuoto, come a tale razza spesso accade. Ma con gran stupore l’arco di parentela senatorile che ha la buona sorte di collaborare con il Comune, sorprendentemente si allarga, come si evince da una semplice lettura delle determine dirigenziali del Comune di Trieste (vedi link sotto a ns precedente articolo sul caso per dettagli). E proprio da quell’atto di cui vi abbiamo già dato buon conto emerge l’incarico diretto conferito a Rosa Russo (detta Rosy e ideatrice di TriesteSocial), SORELLA del Senatore, per la formazione ai dipendenti comunali sull’uso dei social network, un lavoro per il quale é stato misteriosamente snobbato il ruolo di TCD, società partecipata del Comune che si occupa di informatica. Insomma le coincidenze della vita si ripropongo e si accaniscono contro il Senatore Russo: una trama misteriosa ha portato a legare i suoi familiari con il Comune politicamente a lui amico per poi farne oggetto di polemica e di attacco politico. Non c’é dubbio: decisamente un complotto. Pagato dai contribuenti.
-> clicca qui per la “certificazione di parentela”
-> clicca qui per tutti i dettagli e le gli importi (ns precedente articolo)

#russofamily #familysocial #RosyStaiSerena

Corso di facebook per dipendenti comunali pagato con soldi pubblici. Se son Rosy (Russo) fioriranno….

20140228_corso facebook trieste
Vi ricordate il Sole24Ore che scriveva che l’albero di Piazza Unità di Trieste era tra i più belli d’Italia ? La notizia, casualmente, venne divulgata sul web dalla pagina facebook ( e account Twitter ) denominata Trieste Social. Sempre casualmente il Comune di Trieste provvedeva con inattesa tempestività a riportare la notizia con un comunicato stampa ufficiale pubblicato sul sito ReteCivicaTrieste e nel suddetto comunicato, casualmente, si citava e si lodava TriesteSocial per aver divulgato la notizia sul web. Non paghi di tutto ciò, i potenti mezzi della propaganda democratica del Comune di Trieste ebbero anche l’accortezza di inserire nel comunicato stampa i link agli account di TriesteSocial . Passa qualche mese, durante i quali sfogliando i post di TriesteSocial si nota una “impercettibile” propensione a diffondere solo notizie positive sulla nostra città e sull’operato dell’amministrazione, e a febbraio 2014 spuntano – casualmente- alcune determinazioni di affidamento di incarico diretto a Rosy Russo, la creatrice ed amministratrice di TriesteSocial, per un totale di quasi 1000 euro di soldi pubblici . Senza addentrarci, per ora, sulla questione delle curiose coincidenze ci permettiamo di porre una sola domanda: come mai il comune di Trieste affida a Rosy Russo l’incarico di formare alcuni dipendenti sull’utilizzo dei social network invece di utilizzare a tale scopo le professionalità di TCD ( società a partecipazione pubblica che si occupa proprio del web). E se a qualcuno fischiano le orecchie, nessuna fretta: fino a lunedì #NonStiaSereno…. Se son Rosy, fioriranno.

scopri chi è Rosy Russo nel nostro prossimo articolo !!!! (link)

Grandi novità per il Tram di Trieste, fermo ormai da un anno…

20140206_tram anfibio trieste

Grandi novità nella Trieste che torna grande! Il tram Trieste-Opicina, fermo ormai da più di un anno, giungerà fino alle rive. Quando, come, e soprattutto con quali soldi ? Dettagli.
L’importante è annunciare grandi progetti per creare un cortina fumogena sul vuoto cosmico che caratterizza l’azione concreta sul territorio della sinistra di governo del capoluogo giuliano. E così, in attesa di altri folgoranti annunci della Giunta Comunale, suggeriamo di dotare il nuovo tram di un sistema di Continua a leggere

Vernice e uova sul palazzo della Regione Fvg appena restaurato: foto inedite dei gravi danni provocati dai manifestanti.

pulizia ingresso regione fvg

L’obiettivo dichiarato alla vigilia era di manifestare per una nuova legge sul “diritto allo studio”, ma il tutto si è ridotto ad una becera gazzarra che ha portato uno sparuto gruppo di giovani a scagliare palloncini di vernice, fumogeni e uova contro la sede del Consiglio Regionale del Friuli Venezia Giulia e, come ormai pessima consuetudine, contro le forze dell’ordine. E’ accaduto qualche giorno fa a Trieste, in pieno giorno, all’ingresso del palazzo del Consiglio Regionale e le foto della manifestazione sono già state pubblicate sugli organi di stampa locali. Le foto invece che pubblichiamo noi del Bollettino sono inedite e si riferiscono non tanto alla protesta, ma alle conseguenze che Continua a leggere

Trieste Next 2013 oppure Festa dell’Unità ? Ecco la parata PD con soldi pubblici a Trieste.

next festa unita

Bravi. Anzi bravissimi ! Come lanciare velatamente un indubbio messaggio politico con la ragionevole ed entusiasmante motivazione della scienza: Sindaco Roby Cosolini (PD), Matteo “asfalto” Renzi (PD) e gran finale con Debby “Pres” Serracchiani (PD) a parlare di Porto di Trieste (il tema è l’acqua …) e quindi ottima occasione per sputtanare – senza interlocutore – l’ Autorità Portuale del capoluogo giuliano. Questo è TRIESTENEXT2013, manifestazione a gestione e conduzione veneta, coordinata da Nonno Miracco, assessore alla Cultura suo malgrado che, bontà sua, presta servizio presso la Giunta Comunale di Trieste.
Quesiti : la sfilata politica del PD è pagata anche con contributi pubblici ?
E a quanto questi ammontano in tutto ?

A.A.A. Cercansi volenterosi rappresentanti dell’opposizione a fungere, pur nell’oggettiva difficoltà ambientale e mediatica, a ruolo di controllo. 😉

Consulgate a Trieste: il consulente “Kazako” per le biciclette ad insaputa dell’Assessore. Ecco l’audio in esclusiva!

consulgate bikesharing

Un file audio che giunge alla redazione del Bollettino, un consulente esterno “fantasma” che dovrebbe venir pagato per occuparsi di biciclette (bikesharing), una dichiarazione apparsa sul web e subito catturata…. sembra la trama de “i tre giorni del Condor” invece stiamo facendo riferimento a quanto accaduto nei giorni scorsi a Trieste sul discusso caso del consulente al bike-sharing.
Merita ascoltarlo quindi il sonoro, o meglio la registrazione esclusiva della seduta di Commissione del Consiglio Comunale di Trieste nella quale l’assessore Elena Marchigiani, interrogata dal consigliere Paolo Rovis, ha dichiarato che verrà indetto un bando di gara per l’individuazione di un consulente per il bike-sharing. Ora, tutto bene più o meno, nel senso che in tempi di magra come quelli attuali forse ci sarebbero altre priorità, ma il punto è un altro, perché il signor Sindaco Cosolini, sulla sua pagina fb istituzionale ha affermato che il consulente c’è già e sta operando al meglio, con buona pace di tutti: “assessoressa” disinformata a parte. Ora di solito la verità sta nel mezzo… e il mezzo qua pare essere opaco, perché delle due l’una: o l’assessore in stile kazaki non viene informato su quello che accade nei suoi uffici, oppure il Sindaco non è adeguatamente edotto degli atti amministrativi e, alla stregua dell’amico immaginario, è convinto che esista un consulente fantasma.
Buon ascolto !!

Fanno la campagna elettorale del Sindaco di Trieste, prendono lavori dal Comune e pure sbagliano.

incipit torna grande

Chiamiamola la tempesta perfetta, quella che si sta scatenando nel cielo soprastante il Comune di Trieste. Soggetti protagonisti e trama: c’è un’attivista del Pd, che è anche amministratrice di una società di comunicazione che ha seguito il Sindaco in campagna elettorale (simpaticamente da noi soprannominata NikyWelcome). Accade che la suddetta società, Incipit, inizi a collaborare con il Comune attraverso una serie di incarichi, come quello conferito per la manifestazione TriesteNext. In quell’occasione curiosamente il Comune ritenne più vantaggiosa l’offerta di Incipit, nonostante l’importo economico fosse il più alto rispetto agli altri. All’epoca, chi arrivò secondo, la Leonardo, lanciò il suo urlo di protesta su facebook e il Bollettino lo raccolse, facendo da eco ad un episodio che apparse opaco.
Nonostante i punti interrogativi che emersero dalla vicenda nessuno si scompose più di tanto. Si sa, quando la sinistra governa gode da parte della pubblica opinione di margini più ampi di benevola tolleranza. Quindi la storia ha continuato, fino ai giorni nostri: la stessa società che ha seguito la campagna elettorale del sindaco, nel caso qualcuno in questi sessanta secondi se lo fosse scordato, ha continuato a ricevere incarichi, mantenendo un profilo non del tutto impeccabile, come rivelato dal consigliere di opposizione del PDL Bertoli, il quale ha notato che l’affidamento ad Incipit da parte del Comune per la promozione dell’edizione di quest’anno di TriesteEstate è avvenuto senza alcuna gara d’appalto o trattativa privata. Ma, e qua emergerebbe di nuovo l’opacità, il tutto è stato definito in maniera diretta, richiedendo un preventivo alla società prescelta, preventivo che “miracolosamente – dice Bertoli – viene già depositato il 28 maggio, sei giorni prima della pubblicazione della determina“. Stiamo parlando della stessa società che ha fatto la campagna elettorale per il Sindaco, nel caso che qualcuno disattento se lo sia scordato dopo questi ulteriori trenta secondi di lettura. Ora, anche questa volta il tutto sarebbe stato silenziato, se – ed ecco la tempesta perfetta – Incipit non avesse curato la pubblicazione di un depliant talmente pieno di refusi da sembrare uno scherzo, arrivando a sbagliare persino l’anno stampato sotto il logo (2012 invece di 2013). In tutto fanno 40 errori per un totale di 7mila e passa Euro. Ora, ognuno è sufficientemente attrezzato per farsi un’idea sul corso di questi bizzarri eventi e di come, in altre recenti occasioni, simili fattispecie abbiamo generato certune attenzioni. Noi preferiamo prenderla con spirito, e così vi proponiamo quello che gli amici di Incipt scrissero sul loro sito a seguito di alcuni nostri modesti interventi sui loro rapporti con il Comune. Oggi, alla luce del 2013 che diventa 2012, apprezziamo la vena comica di quelle parole, sentite:
“Quando vogliamo raggiungere un risultato per noi o per i nostri clienti non conosciamo sosta e non ci diamo tregua. Siamo competitivi e puntiamo sempre al meglio. E per questo vinciamo.”

INCIPT STORY > clicca qui per la nostra inchiesta dell’anno scorso e scopri tutti gli incarichi affidati a Incipit

clicca qui per il comunicato stampa del PDL Trieste sul caso Incipit e scopri tutti gli errori.

consulente per le biciclette a Trieste: scoppia la battaglia a colpi di tweet.

CONSULENTE BICICLETTE BATTAGLIA SU TWITTER

“ E’ UNA BALLA “ con questo tweet il sindaco di Trieste ha replicato ieri sera a chi chiedeva spiegazioni sul caso del Consulente per le Biciclette da 90.000 euro in tre anni.
“ Allora è una balla tutto il bilancio “ ha risposto il consigliere comunale del PDL che aveva sollevato il caso (Rovis) documentando l’affermazione con le pagine del Bilancio2013 in cui compare la voce incriminata relativa appunto al BikeSharing. In attesa di nuovi sviluppi, magari sempre a colpi di tweet, linkiamo di seguito il blog dove trovate ulteriori approfondimenti su questo scontro virtuale
clicca qui!