Archivi tag: video

Presto anche a Trieste “WCSocial” : la nuova App con cui trovare sempre una tazza disponibile… (Video)

20140404_airwc

Sembra che il social media team del Comune stia operando per rendere operativa anche a Trieste la nuovissima App “AirW&C” di cui ne ha dato pronta notizia anche il quotidiano Il Gazzettino qualche giorno fa. Per sapere esattamente di cosa si tratta vi invitiamo a visionare il video esplicativo che riportiamo qui sotto. Rumors di corridoio dicono che l’App della tazza smart sia piaciuta moltissimo all’amministrazione locale che si sta attivando per predisporre un corso di formazione dei dipendenti comunali finalizzato all’utilizzo di questa applicazione . Da alcune riservate indiscrezioni però, sembra che TCD ( la società che si occupa di web partecipata del Comune ) interpellata dalla Giunta per questo compito, non sia in grado di fornire un adeguato servizio di formazione su questo argomento così tecnico.
non me la sento “ – pare abbia dichiarato il presidente di Tcd mentre beveva una tisana alle prugne . Ma siamo certi che nuove e valide professionalità specializzate verranno individuate tramite bando di concorso ad evidenza pubblica o magari con incarico diretto dopo adeguata indagine di mercato.
L’ app per ora è disponibile solo in italiano ma ben presto, ci dicono fonti accreditate che vogliono rimanere anonime, sarà fruibile anche in …. Russo.

 

link al gazzettino 

“shitstorm” sul sindaco Cosolini ma la responsabilità sulla Ferriera è anche della Serracchiani.

image

Il video delle Iene sullo stabilimento siderurgico triestino e l’intervista finale al Sindaco Cosolini ha sollevato quella che qualcuno ha abilmente definito senza mezzi termini una vera e propria Shitstorm sul web contro l’amministrazione della città e contro l’operato del Primo Cittadino.
Ma, come nelle classiche tempeste di sabbia, anche nella suddetta tempesta di guano si è perso l’orientamento. Tutti, o quasi, hanno colpito il bersaglio più visibile dimenticando che la responsabilità per il rilascio dell’ Autorizzazione Integrata Ambientale è di competenza della Regione Fvg e non del Comune. Ben consapevole di tutto questo, la presidente Serracchiani si è ben guardata da farsi avvicinare dalle Iene nonostante quel giorno in regione ci fosse anche lei. Un Cosolini vittima sacrificale di una presidente scaltra e sempre pronta ad apparire sui media per onori, ma defilata dagli stessi quando si tratta di oneri : sulla Ferriera la Serracchiani ha mandato avanti l’artiglieria “pesante” rintanandosi in qualche stanza del palazzo. La prossima volta magari le Iene potrebbero azzannare anche il boccone sicuramente più piccolo in quanto a stazza, ma indubbiamente più succulento.

“Amélie” Grim in pole per segretario del PD Fvg. Autorevolezza e autonomia garantite. VIDEO !

20140128_grim verso la segreteria del Pd Fvg_bollettino

### video esclusivo a fine articolo !! ###
Non è ancora segretaria regionale del Pd, ma noi già l’amiamo. E come si fa a non provare simpatia per una donna che si presenta come lei: con l’aria sbarazzina ed ingenua di chi viene inconsapevolmente paracadutata dal refettorio delle Orsoline al privè del Twiga di Briatore. Sarà lei, a quanto pare, che dovrà guidare il partito di maggioranza relativa in Friuli Venezia Giulia, e la cosa incuriosisce da un punto di vista prettamente antropologico, perché il pensiero che a questa ragazza, più simile ad Amélie che alle amazzoni renzine Bonafé e Boschi, venga affidata la guida dei democratici é un esperimento da seguire con attenzione. “Non sono un burattino” ha dichiarato alla stampa libera e democratica la nostra Antonella Grim, rispondendo alle perfide voci che la vedrebbero essere telecomandata con il joistick dagli studi di BALLARÒ, o dalla plancia di un volo di Stato, direttamente da Debora Serracchiani, con la quale collabora da qualche anno. Niente di più falso, ovviamente. D’altronde che Antonella abbia la personalità e il profilo adatti a gestire le risse del Pd é facilmente evincibile dalle immagini che vi offriamo nel simpatico video che abbiamo confezionato. Di nostro ci abbiamo messo qualche innesto. Tutta roba vera eh, certificata dalla suddetta stampa libera e democratica. Quindi segretario non se la prenda: ci saranno sicuramente onori per Lei in futuro, questi intanto sono gli oneri di doverci sopportare…

Il giaguaro sceglie Trieste. Video promozionale della nuova Jaguar F-Type coupè girato interamente sulle strade del capoluogo giuliano!

20131121_jaguar video trieste_bollettinotrieste

Il giaguaro più veloce di sempre : 550 cavalli che spingono la nuova Jaguar fino a 300km/h. La nuovissima F Type Coupè verrà presentata ufficialmente a Los Angeles il 22 novembre e la prestigiosa casa automobilistica per promuovere il nuovo bolide ha pubblicato in questi giorni un video promozionale su you tube. Ebbene, tutto il video è stato girato a Trieste. Il giaguaro bianco parte di notte dalla zona del porto e sfrecciando per un centro città deserto imbocca la galleria Sandrinelli. Poco dopo entra in superstrada ed in pochi minuti arriva sull’altipiano carsico. Gran finale, all’alba, con il pilota che si ferma per osservare i primi raggi di sole che illuminano una Trieste ancora addormentata. Buona visione!

Report di mandato: il Sindaco di Trieste illustra i risultati ottenuti in due anni – VIDEO –

report di mandato 2013

Report di mandato. Ovvero un riassunto di quanto fatto dalla Giunta Comunale di CentroSinistra che amministra Trieste da circa due anni e mezzo. Una serie di incontri pubblici in cui tra slide, video e supercazzole di assessori e sindaco si è cercato di illustrare ai Triestini cos’è stato fatto di concreto affinchè la città TORNI GRANDE ….
Ma la vera e propria conferenza sul report di mandato del Sindaco Cosolini si è tenuta a Pyongyang, nella rossa NordCorea del CaroLeader. Ecco quindi in esclusiva il video del discorso del Compagno Primo Cittadino.
NB: Il collegamento satellitare ha sfasato leggermente l’audio dalle immagini, ma per il resto è tutto chiaro. Buona visione e buon ascolto.

Esclusivo fuori onda del Sindaco di Trieste : “ chiudiamo il Porto e la Ferriera “

cosolini fuori onda

Alla volte girano le staffe. Provate a fare il Sindaco di Trieste per un due anni e vedrete che prima o dopo la pentola scoppia. Non gradite dal primo cittadino le paginate di giornale dedicate alle polemiche sulla chiusura invernale dello stabilimento balneare triestino “Pedocin” ( Bagno alla Lanterna ). Eccolo allora il Sindaco Cosolini, in questo breve filmato fuori onda, che non resiste al sarcasmo, accostando la gravità della chiusura del bagno alla Lanterna a quella della Ferriera o del Porto.
La stizza e lo sguardo vagamente irretito valgono ancora più delle parole.
E “ per l’amor di Dio “ … no nervi, però. 😉

(il fuori onda è stato pubblicato su youtube da TriesteOggi.tv )

BreakingNews. Dimissioni del Sindaco di Trieste: video esclusivo !

ansa cosolini

Maggioranza a rotoli e la giunta di sinistra traballa a Trieste. C’è voluta una delibera ponzio pilatesca sulla Tav – il patetico “non parere” – perché i partiti, Pd a parte, che reggono l’impero cosoliniano si defilino. L’annuncio è stato dato in diretta attraverso un comunicato ufficiale dell’Agenzia di Partito la cui lettura vi documentiamo. Vista la drammaticità del momento e l’importanza sulla scena internazionale di quanto accaduto, e forse anche per una fare una strizzatina d’occhio ai nostalgici filoasburgici, il testo è stato riprodotto in lingua teutonica. Eccovi quindi in esclusiva il fimato originale, che testimonia il passaggio storico che si è compiuto ieri nel Gran Consiglio Comunale di Trieste e le relative ripercussioni sulla cittadinanza del capoluogo Giuliano nella storica giornata del 19 settembre 2013.

C’è figa in Korea (del Nord). Spopola tormentone musicale dal simpatico e pacifico paese asiatico comunista.

morabong

Tubini luccicanti che non si vedevano dal ’77, calze contenitive, tacco 12, coreografie degne di un saggio del dopolavoro della municipalizzata e il pugnetto alzato in onore del Caro Leader, che, per i simpatici nordcoereani, anche se estinto è sempre eterno. Questo la risposta sopra al 38° parallelo al gnamgnam style (by Sud Corea), e sinceramente fra il danzante panzone e questo gruppetto di ingallate cantanti di regime, l’ormone ci fa optare per le seconde. Le note e le vocalità espresse dal Moranbong (nome dell’ensemble) intende propagandare il verbo di Pyongyang in tutto il mondo. Umanamente è arduo pensare che con questa improbabile melodia l’obiettivo verrà raggiunto, anche se meglio sparare nell’etere canzonette che lanciare missili nucleari intercontinentali.

ecco come i crucchi vorrebbero l’Italia: spopola in Germania il tormentone di Vito LaVita. (video!) Spaghetti, pizza e mandolino.

DANZARE

Diciamolo subito: c’è speranza per tutti, perché se al numero uno di ogni classifica musicale tedesca c’è il buon Vito Lavita, che con tre parole di numero: mafia, amore e mandolino è riuscito a sfondare, allora sì che la Germania per noi in questo momento è l’America. Vedere per credere ovviamente ed eccovi il video (a fine articolo) della canzone che risuona in ogni radio tedesca, con tanto di stordimento generale dietro ad uno pseudo ballo che sembra il parente malriuscito della Macarena. Nelle immagini si capisce perché ai crucchi la canzonetta “Danzare” di Vito Lavita faccia impazzire: sullo sfondo di un paesino sul mare la popolazione locale in preda al fancazzismo più totale è dedita al gioco della carte o a al star seduti al bar mantenuti dagli Euro della Merkel. Ecco che arriva su un duetto cabrio il mafiosetto con moracciona al seguito, a dire il vero un po’ larga di polpaccio, ma forse anche questo fa parte del cliché. Colpo di fulmine col cameriere, l’unico che lavora.  Ma il concetto di fatica è superato in un attimo, perché il protagonista immediatamente si traveste come neanche nei film di De Sica e Tina Pica si vedeva: jeans con risvolto esterno e bretelle, il tutto reso ancora più pacchiano da una specie di coppola.  Ed eccoci qua: lo stereotipo dell’italiano più amato in cruccolandia è servito. Quindi ragazzi, coraggio, altro che stare qua ad arrabattarsi per mille Euro al mese nei precariati di quest’epoca: mandolino, vespino, la zia Concetta che fa da comparsa e via in Germania a far danzare e ballare i teutonici, che a lavorare ci pensano gli altri!

buona visione 😦

TransMonarchia: Emanuele Filiberto in versione DragQueen, un pò diverso dall’ultima visita a Trieste. (VIDEO)

TRANSMONARCHIA

Tempi duri. Durissimi per tutti, anche per quel che resta del ramo dinastico della Monarchia italiana. Il principe erede al Trono, o almeno tale sarebbe se,  in una sorta di sliding doors storica,  il referendum del ’46 fosse stato perso dai sostenitori della corona, si è trasformato nel suo eclettismo televisivo nell’ultima avanguardia possibile travestendosi da femme fatale l in un reality show della televisione francese. Trucco e vestiti sono da vera star, una Drag Queen che a Ibiza farebbe sfaceli.
E chissà cosa Continua a leggere