Serracchiani (PD), un asino da soma troppo carico.

20140107_serracchiani asino da soma per il PD travanut

La definizione, non proprio soft, viene da quei parenti serpenti che in politica sono riconducibili ai compagni di partito, e mai questo termine nell’occasione fu più azzeccato. È stato infatti proprio il compagno Mauro Travanut, consigliere regionale del Pd di lungo corso in FriuliVeneziaGiulia, a coniare per la Presidente Serracchiani un epiteto che la assimila ad un soggetto del mondo animale: un asino da soma, per la precisione, che si sta caricando di troppi pesi, intesi – a rigor di metafora – come gli impegni che la Governatrice si sta prendendo, buona parte dei quali estranei al governo della regione che lei dovrebbe amministrare. Ma il buon vecchio Travanut dovrebbe farsene una ragione, le ambizioni della minuta presidente non si fermano certo ai segnali di stop a Tarvisio e Sacile. Lei vola alto e, preso in tempo il treno renziano, non ha nessuna intenzione di fermare la corsa, travolgendo tutti i Fassina che ne ostacolano il percorso. La velocità però alle volte gioca brutti scherzi e il rischio di schiantarsi é sempre in agguato, specialmente se a bucare le gomme ci pensa qualche “compagno” di viaggio. Nel frattempo giunge tempestiva l’arringa difensiva a favore di Debby del senatore triestino del PD Francesco Russo, difesa che suscita facili ironie sui social network : ” il senatore Russo difende la Serracchiani attaccata per i troppi incarichi. Lui di incarichi se ne intende ” scrive su twitter un consigliere circoscrizionale triestino di opposizione ( link a fine articolo ) facendo un non troppo velato riferimento al noto caso del consulente del Comune di Trieste che, per pura coincidenza, era pure il cognato del Senatore Russo.
( clicca qui per vedere il tweet di @robertodubs )

clicca qui per l’articolo del piccolo su serracchiani e travanut

Annunci

I commenti sono chiusi.